Alternative RockRecensioni

ALMAVENUS – Bambini di strada (Autoprodotto – 2003)

Elettronici, sinuosi, funkeggianti e molto melodici. Penso che siano questi i termini per definire il sound dei perugini Almavenus. Appartenenti alla corrente del rock alternativo italiano che ha avuto e che ha le sue punte di diamante nei Marlene Kuntz, Timoria ed Afterhours, i nostri eroi si dimostrano sicuramente più eclettici, “progressive”ed elettronici in molti punti.

Gli A.V si muovono sulle scene da quasi un lustro, e dopo un demo datato 2002 hanno partecipato a numerose compilation oltre ad avere avuto una buona annata live. Una cosa che colpisce subito degli A.V, non è il sound di per sè ma il retrosound che si crea, molto creativo, poetico e sognante. Mai eccessivamente scontato, anche se le cellule melodiche sono quelle canoniche. La band ci mette un ingrediente segreto. Segnalo fra i brani migliori “Lacrima nera” pezzo dalle atmosfere molto prog e “Solo io” brano rock molto esotico dal feeling molto incalzante. 

In generale tutti i brani del mini sono molto belli, ben arrangiati e coerenti.

BF

Contact

www.almavenus.altervista.org

Valutazione

7.0

Voto

Pros

  • +

Cons

  • -
Related posts
7.5
Alternative MetalDjentPost RockProgRecensioni

SLEEP TOKEN - Take Me Back To Eden (Spinefarm Records - 2023)

Vi racconto una favola: “C’era una volta… nell’era del metallo avanti Cristo un Tozier alla ricerca della purezza metallica; vagando senza meta,…
7.5
ProgRecensioni

KRISTOFFER GILDENLÖW - Empty (New Joke Music - 2024)

“Empty” è il quinto album solista di Kristoffer Gildenlöw, parzialmente registrato nel 2019 insieme all’album “Homebound”. L’idea era di pubblicare entrambi gli…
7.5
DeathRecensioni

MEGHISTOS - The Reasons (Buil2Kill Records - 2024)

Meghistos è un artista a tutto tondo italiano. Polistrumentista, unico compositore e “quasi” unico esecutore di questo “The Reasons” (in quanto ha…

Lascia un commento