HeavyProgRecensioni

JUGLANS REGIA – Neranotte (Loud n’ Proud Records – 2023)

Ritornano i nostrani Juglans Regia! Li avevamo lasciati con “Memorie dal Presente”, un EP del 2019, sempre per la Loud n’ Proud Records e gioverà comunque un veloce riepilogo del loro passato: gli Juglans Regia (dal latino: “noce reale”) si formano nei primi mesi del 1992 – sotto il nome di Raising Fear – e hanno rilasciato nel corso degli anni diversi demotapes e quattro dischi (con questo) – oltre a diverse comparse in numerose compilations. “Neranotte” viene registrato a Febbraio 2023, con brani scritti fra il 2020 e il 2022; vede l’ingresso di Riccardo Iacono alle tastiere (che ricordiamo, suona anche nei Domine) e del giovane Samuele Scandariato alla chitarra. Mentre sono qui a scrivere due parole su “Neranotte”, la band è già a lavoro su nuovi brani, fra un concerto e un altro. Non appena si avvia il disco, si viene subito catapultati in un lavoro di prog rock / metal teatrale e raffinato, che mi ha ricordato i mai troppo lodati Fiaba. La title-track e “Fragili Equilibri”, con le loro melodie, sono l’esempio lampante di quanto scritto poco fa, con una tastiera che mi ha ricordato il miglior prog italiano degli anni ’70 (nella title track). Ricordiamo che Freddy Delirio si è occupato nuovamente della registrazione del disco (lo avevamo già apprezzato nel citato EP); con quel tocco che ricorda un sound classico, ma sempre attuale – con un bel risalto della teatralità vocale. “Confine” è un brano più pacato, atmosferico, con le sue chitarre calde che regalano una piacevole situazione – come ascoltarla sotto un cielo stellato, con una dolcissima compagnia… “Oltre lo Schermo” (di cui c’è anche il video ufficiale) è un episodio che cambia pelle, sia per le chitarre, più rocciose (vedi nella parte centrale, con un bellissimo e caldissimo assolo) sia per la teatralità del brano esaltata dalla voce di Alessandro Parigi – e a questo punto ne approfitto per ricordare gli altri membri: David Carretti (batteria) e Massimiliano Dionigi (basso).
“Dentro il Mare” e “Chimera” sono due brani “energici”, pregni dell’istrionismo della band, che torno qui ad accostare ai siciliani Fiaba, così come in diversi momenti dell’album. Chiude “Se”, come una parola in sospeso, un qualcosa di non detto, che (come anticipavo sopra) anticipa che la band non è ferma, ma ci regalerà presto qualcosa (e noi aspettiamo!). Non aggiungo altro, perché voglio invitarvi ad entrare in questo disco, che racconta di stelle nella notte e di melodie del mare, arricchite da suoni senza tempo e melodie care al già citato prog italiano (e non solo). Cosa state aspettando? “Neranotte” non può mancare nella vostra collezione dei dischi prog italiani e non.

Voto: 7,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.facebook.com/juglansregiaband

Valutazione

7.5

Voto

Pros

  • +

Cons

  • -
Related posts
7.5
PunkRecensioniThrash

SFREGIO - Malmignotta (Nadir Music - 2024)

Se volete un album di crossover tra thrash e punk, irriverente nei testi, potente e trascinante, eccovi serviti! “Malmignotta” degli Sfregio rappresenta…
7.5
Alternative MetalDjentPost RockProgRecensioni

SLEEP TOKEN - Take Me Back To Eden (Spinefarm Records - 2023)

Vi racconto una favola: “C’era una volta… nell’era del metallo avanti Cristo un Tozier alla ricerca della purezza metallica; vagando senza meta,…
DoomHeavyNewsOccult RockTour

THE OSSUARY: Beyond The Grave Tour Spring 2024

La Morrigan Promotion annuncia il ritorno sui palchi degli occult rockers baresi THE OSSUARY per questa primavera con date in Germania, Austria…

Lascia un commento