Recensioni

BRASH – Brash (Autoprodotto)

Nuova band nata alla fine del 2001 e formata da tre ragazze ed un ragazzo che esordiscono con questo mcd di 5 tracce (19 minuti circa la durata) omonimo. I Brash a mio giudizio si vanno a collocare in quella strana schiera di formazioni che non hanno ancora un preciso punto di riferimento da seguire, mi spiego: lo stile intrapreso da questo gruppo, va a pescare un po’ di qua e un po’ là, elementi derivanti dal thrash, black, death e gothic, in un amalgama poco convincente.

E va bene che a tratti (soprattutto nei passaggi più “nevrotici”) mi sono tornati alla memoria i Crisis del passato, ma non la ritengo di certo una mossa azzeccata quella di mettere insieme semplici riff di chitarra in stile thrash-death con altrettante semplici linee di tastiera (vagamente gothic style) che potrebbero essere “gestite” meglio. Le composizioni vengono costruite spesso su ritmiche troppo blande, quindi carenti di quella vivacità che avrebbe reso questa proposta musicale quantomeno più interessante.

Ritengo comunque che la cosa più importante sia di migliorare il livello tecnico (voce e batteria in primis) oltre che compositivo.

Roberto Pasqua

Valutazione

6.0

Voto

Pros

  • +

Cons

  • -
Related posts
10.0
BlackHeavyRecensioni

DARKTHRONE – It Beckons Us All… (Peaceville Records - 2024)

In sintesi, i 30 e passa anni e 20 e passa dischi che rappresentano la carriera dei Darkthrone vengono per forza di…
9.0
DoomRecensioni

PALLBEARER - Mind Burns Alive (Nuclear Blast - 2024)

Forse è il periodo della mia vita ove aleggia un’aurea di tristezza dovuta a vari trapassi dolorosi. Ma questi Pallbearer, nel loro…
8.0
ProgPsychedelic RockRecensioniStoner

SUN Q - Myth (Autoprodotto - 2023)

Secondo capitolo per questa curiosa band proveniente dalla Russia. I Sun Q riescono a fondere lo stoner, il pop rock, il progressive…

Lascia un commento