GrindcoreRecensioni

ANAL CUNT – Morbid Florist (Relapse Records – 1993)

Band Americana con un nome che è tutto un programma (per chi non lo sapesse il nome significa fica anale), ci propone un grind schizofrenico, grezzo e sporco a tutti gli effetti con una venatura che di certo ci ricorda i tanto amati Napalm Death. Quindici tracce di estrema velocità, suoni massacranti, caos immenso di chitarre che fischiano per quei pochi secondi che durano i lori pezzi, sound da mal di testa e solo e soltanto urla disperate di un testo che forse nemmeno esiste, ma del resto davvero pazzi e fuori dal normale contenti di suonare un grind con poco da apprezzare, ma malato per chi ama il grind vecchio stile!!!!

Rompetevi i timpani con questa band, in loro se adorate il massimo del casino che si possa fare, potrete trovare pane per i vostri denti e se odiate la tecnica e i brani lunghi…bè loro sanno solo essere sporchi e brevi nelle composizioni!!!!
STAY SICK!!!

N

Contact
P.O. BOX 65010
W. Newton
MA 02165 – USA

Valutazione

6.5

Voto

Pros

  • +

Cons

  • -
Related posts
7.5
Alternative MetalDjentPost RockProgRecensioni

SLEEP TOKEN - Take Me Back To Eden (Spinefarm Records - 2023)

Vi racconto una favola: “C’era una volta… nell’era del metallo avanti Cristo un Tozier alla ricerca della purezza metallica; vagando senza meta,…
7.5
ProgRecensioni

KRISTOFFER GILDENLÖW - Empty (New Joke Music - 2024)

“Empty” è il quinto album solista di Kristoffer Gildenlöw, parzialmente registrato nel 2019 insieme all’album “Homebound”. L’idea era di pubblicare entrambi gli…
7.5
DeathRecensioni

MEGHISTOS - The Reasons (Buil2Kill Records - 2024)

Meghistos è un artista a tutto tondo italiano. Polistrumentista, unico compositore e “quasi” unico esecutore di questo “The Reasons” (in quanto ha…

Lascia un commento