ProgRecensioni

AHRIMAN – Portrait of Sounds (Autoprodotto – 2001)

Questa seconda release del quartetto di Leveranno (Le) non può essere recensita ascoltandola velocemente. Fra decine di altri cd e demos… meriterebbe molti e calmi ascolti.
Di primo acchito, si tratta di un cd difficile e complesso: pieno cambi di tempo progressiveggianti, ma non mi ricordano le bands prog metal, no!

Mi ricordano più una band metal con venature di rock progressivo (la cosa può sembrare simile, ma, vi assicuro, non lo è). C’è però, come già rilevato per gli Airhead, una mancanza di “profondità” sonora, forse dovuta ad una registrazione buona si, ma forse poco adatta al genere. La bravura della band è innegabile. Gli Ahriman sono una band di cultura e carisma superiore, peccato per l’allontanamento di Alessandro Dell’Anna, il suo guitarworking è fantastico!

Questo cd è come un fiore, va sfogliato e l’essenza del suo profumo non può (n’è deve) essere colta subito, superficialmente.

BF

Valutazione

7.5

Voto

Pros

  • +

Cons

  • -
Related posts
6.5
Alternative MetalNu MetalRecensioni

TEMPLE OF JULY - Kingdom Cult (Red Cat Records – 2023)

Ok, sono in ritardo per questo disco (mea culpa!), ma non potevo non ascoltarlo e presentarlo ai lettori di Raw & Wild!…
7.0
BlackRecensioni

UMBRA NOCTIS - Asylum (Drakkar Productions - 2024)

Gli Umbra Noctis sono una formazione lombarda che in quasi vent’anni di attività ha realizzato tre full-length e qualche altra release come…
8.5
Alternative MetalIndustrialRecensioni

DEATH2PIGS - The beast is yet to come (Musical Break Records - 2024)

I Death2Pigs sono un gruppo nostrano che punta dritto al viscidume generazionale, diciamo mondiale, fatto di potere, di individualismo, della paura del…

Lascia un commento