DeathInterviste

Intervista ai MASTER

Raccontaci la storia della band. Come è nata?

Paul Speckmann ha vagato nella scena death metal underground da quando ha fondato i Master nel 1983. Nel corso degli anni, Paul ha attaccato il mondo musicale con i suoi tanti progetti paralleli, inclusi Abomination, Deathstrike e Funeral Bitch, ma il suo interesse primario erano sempre i Master. Tutto cominciò nel 1983, Paul suonava in una band chiamata Warcry a quel tempo, e realizzarono il demo Trilogy Of Terror ed anche un brano, Forbidden Evil, incluso nell’album Metal Massacre vol. 4. A quei tempi suonava il basso. Schmidt e Speckmann cominciarono a trovarsi in difficoltà e fecero audizioni per chitarristi per un anno, fino al punto di scoraggiarsi e intrapresero diverse strade. In seguito Paul mise insieme i Deathstrike con Chris Mittelbrun, registrando un demo sotto il nome di Deathstrike e poi registrarono sette pezzi come Master per un album che avrebbe dovuto essere realizzato dalla Combat Records, ma ciò non accadde in seguito ad alcune divergenze. Durante il 1986 Paul Speckmann formò i Funeral Bitch, che rappresentavano solo il tentativo per cercare di riportare in vita i Master. Poi nel 1987, Paul ebbe come aggancio Aaron Nickeas, il batterista e cominciarono a lavorare sul progetto Abomination, registrando due demo. Questo portò a stipulare contratti simultaneamente per i Master e per gli Abomination. Al tempo dei primi Master, Paul ascoltava molto i Motorhead ed i Black Sabbath e poi scoprì i Venom ed il primo album degli Stayer, così decise che i Master dovevano diventare la band più heavy e brutale che la gente ptesse mai immaginare.
Ed il resto come dicono, è storia.

Perchè Master? Quale significato vi è dietro questa tua scelta?

Siamo tutti “masters” (padroni) del nostro destino. Sta a voi comprenderne il significato e dare sempre il meglio di voi stessi. Io sono il padrone di me stesso.

C’è connessione tra i testi e la vostra musica?

I miei testi giocano un ruolo importante nella mia musica. Scrivo canzoni sulla vita, morte, politica e religione. Principalmente scrivo pezzi su come questi soggetti influenzino negativamente il mondo in cui viviamo oggi.

Qual’è la più grande tentazione dell’uomo?

Controllare il mondo! Ogni grande potenza mondiale vorrebbe dominarlo. L’umanità si distrugge con le sue stesse mani. Penso che dovremmo concentrarci sui problemi della nostra gente e provare ad aiutare gli altri.

Farò i nomi di alcune bands e vorrei la tua opinione a proposito: Motorhead.

Una delle più grandi rock’n’roll band che siano mai esistite.

Schizo?

Ero in contatto con loro molti, molti anni fa e mi piacquero tanto gli lp che mi mandarono.

Bloodcum.

Interessanti.

Bathory.

Un’altra grande band.

E Black Sabbath?

Anche loro padri fondatori dell’heavy metal. Posseggo la loro intera discografia.

Quali pensi siano il migliore e il peggiore lato della musica? In quale campo pensi tu abbia bisogno di ulteriore miglioramento?

Penso che ogni band debba migliorarsi sempre più, io e gli altri cerchiamo con ogni album di migliorare le nostre capacità.

Se la tua musica fosse un quadro, cosa raffigurerebbe?

Tutti i presidenti ed i politici in una camera a gas, con me all’interruttore.

Se fosse possibile viaggiare nel tempo, quale periodo storico ti piacerebbe visitare e perchè?

Vivo nella Repubblica Ceca e viaggio intorno al mondo con i Krabathor, visitando altri paesi molto frequentemente. Penso di aver visto abbastanza storia ogni giorno. Penso che se i Master avessero suonato nei primi anni settanta, quello sarebbe stato il periodo giusto.

Cosa ti mancherebbe del nostro tempo?

Niente.

Ho dimenticato di chiederti qualcosa che avresti voluto dire?

Si! Vai fuori a prendere una copia di Let’s Start A War su www.impact-records.com.
Grazie.

GIUSEPPE THE KRUSHERS – (UR)

Related posts
8.0
DeathRecensioni

GATECREEPER - Dark Superstition (Nuclear Blast - 2024)

Appena parte il fantomatico “play” per una manciata di secondi vi sembrerà di ascoltare un album di una band nord-europea o che…
9.0
DeathRecensioni

CAVALERA - Schizophrenia (Nuclear Blast - 2024)

Ogni album è figlio del proprio tempo, fondamentalmente la musica racconta cambiamenti, sperimentazioni, evoluzioni di stile e anche evoluzioni sociali. Infatti per…
DeathNews

HUSQWARNAH: i death metaller italiani firmano per Time To Kill Records

I death metaller italiani HUSQWARNAH hanno firmato per Time To Kill Records per la pubblicazione del loro secondo album, “Purification Through Sacrifice”,…

Lascia un commento