DeathInterviste

Intervista a Matti Karki dei DISMEMBER

Abbiamo stanato Matti Karki al bar del Krossower tra infiniti bicchieri di Jack e, ai noi, tanta nostalgia.

Questa per voi è, in assoluto, la prima volta in Sicilia. Cosa ne pensi di questa terra?

Sono stato con la mia ex moglie in vacanza a Giardini Naxos lo scorso anno. Il vostro mare e il vostro vino sono “really cool”.

Suonerete pezzi dell’indimenticabile “Like An Ever Flowing Stream”?

Si, suoneremo Skin Her Alive e varie sorprese.

Visto lo stato attuale del Death Metal mondiale, come vi ponete data la vostra coerenza nel corso degli anni? I Dismember sono un gruppo “Old Fashioned”.

Certo, noi siamo stati sempre coerenti. I nostri ascolti rimangono ancorati al death old school: primi Morbid Angel, Necrovore, Autopsy, ecc.

Siamo curiosi di sapere quali sono i tuoi ascolti al momento.

La lista è lunga guys! Come non ricordare da “Season of the Dead” Forbidden Pleasure o Ancient Slumber che è uno dei miei pezzi preferiti, fottutamente potenti! Oltre i Necrophagia vorrei ricordare l’assoluto “Prophecy of a Dying World” dei Revenant.

A questo punto ci siamo abbandonati a screams commemorativi e Matti ci lascia per il Soundcheck.

GIUSEPPE THE KRUSHERS – (UR)

Related posts
8.0
DeathRecensioni

GATECREEPER - Dark Superstition (Nuclear Blast - 2024)

Appena parte il fantomatico “play” per una manciata di secondi vi sembrerà di ascoltare un album di una band nord-europea o che…
9.0
DeathRecensioni

CAVALERA - Schizophrenia (Nuclear Blast - 2024)

Ogni album è figlio del proprio tempo, fondamentalmente la musica racconta cambiamenti, sperimentazioni, evoluzioni di stile e anche evoluzioni sociali. Infatti per…
DeathNews

HUSQWARNAH: i death metaller italiani firmano per Time To Kill Records

I death metaller italiani HUSQWARNAH hanno firmato per Time To Kill Records per la pubblicazione del loro secondo album, “Purification Through Sacrifice”,…

Lascia un commento