GothicIntervisteSymphonic Metal

Intervista a FABRIZIO, batterista dei MACBETH

Ciao ragazzi, ho ascoltato il vostro ultimo album “Malae Artes” e ho potuto costatare personalmente un cambio del sound. Questo è avvenuto subito dopo il cambio di line-up oppure è da considerarsi una semplice evoluzione della band?

Ciao 😉
Si tratta di un’evoluzione del nostro sound.
Certamente l’ingresso di Max, il chitarrista, nella band ha portato novità a livello compositivo, in realtà abbiamo anche meditato sulla direzione artistica prima di comporre i nuovi pezzi.

La band fondata nel 1995, ha visto un succedersi di critiche positive riguardanti gli album e, correggetemi se sbaglio, il primo tape “Nocturnal Embrace” vendette circa mille copie, “Romantic Tragedy’s Crescendo” circa 11.000 copie e grazie allo stesso avete siglato il contratto per Audioglobe /Dragonheart records, Nuclear Blast records vi ha ospitato con due pezzi su Metal Dreams, “Vanitas” ha espresso giudizi positivi su molti giornali, e ora, cosa vi aspettate da “Malae Artes”?

Le compilation di Nuclear Blast sono: Metal Dreams e Beauty in Darkness e “Romantic Tragedy’s Crescendo” venne pubblicato da Dragonheart, il resto è ok 😉
“Malae Artes” è uscito in marzo e se dai un’occhiata al sito puoi vedere ciò che è successo da allora. Il disco sta andando molto bene. La nostra etichetta ha rilasciato licenze per la pubblicazione in diverse parti del mondo. Tra le novità abbiamo uno sviluppo del mercato USA, dove Crash Music inc. etichetta che fa riferimento a Caroline Distribution della EMI music ha acquistato i diritti per pubblicare “Malae Artes”.
In estate siamo stati in Messico per un tour di presentazione del nuovo album e abbiamo già un invito per il prossimo anno 😉
“Malae Artes” è distribuito anche dalla AMG di Mosca, città che speriamo di visitare al più presto, visto che lo scorso anno ci ò saltato un concerto all’ultimo minuto.

Nell’album ci sono testi con chiari riferimenti alle bugie e falsità. Data la vostra attitudine nell’accostamento testo-musica, cosa ne pensano i Macbeth a proposito? Più in generale, qual’è la vostra fonte di ispirazione?

La fonte d’ispirazione è la vita quotidiana. Ci sono alcune vicende nei testi che trovano fondamento nella realtà. Oltre alla vita di tutti i giorni, altre fonti d’ispirazione possono essere: l’arte, il cinema, i libri. In generale i testi rispecchiano il mio modo di percepire ciò che mi succede intorno. Non vorremmo apparire come una band negativa, in realtà non è assolutamente così 😉 siamo positivi anche se parliamo di questi argomenti nelle canzoni.

Quanto conta per voi un artwork ben congeniato ed inserito in un disco?

L’artwork è molto importante poichè permette a chi acquista l’album di comprendere a fondo il senso che l’artista vuole dare al suo lavoro. E’ importantissimo l’accostamento testi, musica, immagini ed è fondamentale per comprendere al meglio il nostro album.

Avete in previsione delle date per un tour? Dove possiamo ascoltarvi dal vivo?

Quest’anno stiamo suonando parecchio. Abbiamo fatto diverse date in Italia prima del tour messicano. Abbiamo suonato da poco al Tempo Rock a Reggio Emilia, suoneremo tra poco con gli Epica a Milano e per l’anno nuovo stiamo aspettando alcune conferme molto interessanti dal nostro management. Comunque per chi volesse tenersi informato, consiglio la sezione tour del sito ufficiale: www.macbeth.it

Da alcuni anni, molte band si lamentano e scalpitano per scindere contratti con etichette che in qualche modo costringono ad avere un certo sound. Cosa pensa la band in proposito?

Mai avuto problemi di questo tipo. Condividiamo un contratto per Dragonheart/Audioglobe in cui è specificato che l’etichetta non può incidere sulle scelte artistiche della band, cosa molto rara. Non è una cosa giusta, purtroppo le major labels e molte altre etichette impongono scelte artistiche alle bands.

C’è qualche gruppo musicale nel panorama underground italiano, che attira la vostra attenzione?

Personalmente sono attratto dalle bands umili e discrete, roba rara insomma. Come al solito la collaborazione da noi manca almeno quanto manca il rispetto.

Progetti per il futuro?

Stiamo aspettando alcune conferme importanti per concerti e tour 2006, nel frattempo lavoreremo sul nuovo materiale che vorrei registrare entro la fine dell’anno prossimo.
Grazie Stefano e Raw&Wild per l’intervista 😉

Stefano De Vito

Related posts
8.5
GothicRecensioniSymphonic Metal

ROSSOMETILE - Gehenna (Autoprodotto - 2024)

I Rossometile sono freschi del festeggiamento dei loro primi 25 anni di attività, e infatti nel 2022 avevano sancito questo importante traguardo…
GothicNewsVideo

SUN DESCENDS ALONE: ascolta il nuovo singolo "Ardent Hearts"

Il progetto Sun Descends Alone, espressione di Trebol Dot – rinomato per il suo coinvolgimento nella band melodeath spagnola Dawn Of Tears…
GothicNewsSymphonic MetalVideo

ROSSOMETILE: il video di "Gehenna"

“Gehenna” è il nuovo video e secondo singolo estratto dall’omonimo “Gehenna”, il nuovo disco della band symphonic/gothic metal Rossometile in uscita il…

Lascia un commento