DeathNewsVideo

INVICTUS – MetalSucks presenta il video di “Get Up” dal Progetto solista del frontman di Kataklysm/Ex Deo Maurizio Iacono

INVICTUS, il nuovo progetto solista di Maurizio Iacono, svela il video del nuovo singolo “Get Up” in esclusiva su MetalSucks. La canzone è tratta dall’album di debutto, “Unstoppable”, in uscita il 21 ottobre su MNRK Heavy.

Iacono a proposito del brano dichiara: “Fin da quando ero bambino, ho sempre vissuto secondo la regola di non arrendermi e di lottare per ciò in cui credevo. Se le porte della vita erano chiuse, avrei trovato un modo per aprirle o sfondarle, se necessario. ‘Get Up’ è una canzone che incarna questo messaggio: una volta che sei a terra, l’unica strada da percorrere è quella della risalita – niente da perdere, tutto da guadagnare – e io ci sono già passato“.


“Unstoppable” in uscita il 21 ottobre su MNRK Heavy in CD, LP, cassetta e digitale. Pre-ordini QUI: http://www.invictus-unstoppable.com/

Il suono degli INVICTUS risuona profondamente con tutti coloro che si sono forgiati nel fuoco degli ostacoli della vita. Concepito come un’analisi risoluta di furia e determinazione, gli INVICTUS esplorano le profondità della lotta, della frustrazione e della perseveranza che hanno trasformato Iacono nell’uomo che è oggi.


Ben noto come cantante dei Kataklysm e degli Ex Deo, capo dell’Hard Impact Artist Management, fondatore del Distortion Music Group e comproprietario dell’agenzia di booking hard-and-heavy Continental Touring, con la sua ultima creazione Iacono offre nuovi livelli dinamici di pesantezza e melodia. Epiteto latino di varie divinità romane, “Invictus” significa “non vinto” o “invincibile”, un tema presente in tutta l’ultima produzione di Iacono. Le undici canzoni che compongono “Unstoppable” offrono una visione risoluta di uno spirito infrangibile, esaminato attraverso la lente di una musica heavy ambiziosa e senza fronzoli. Iacono ha realizzato la sua visione insieme al collaboratore di lunga data J-F Dagenais (chitarrista dei Kataklysm e degli Ex Deo) e al produttore/compositore principale Chris Clancy (Mutiny Within). Il potente batterista Jeramie Kling (Venom Inc., Inhuman Condition) ha completato il disco con una performance straordinaria. Iacono ha conosciuto Clancy, che spesso lavora al fianco di Colin Richardson e Andy Sneap, durante la realizzazione del quattordicesimo album dei Kataklysm “Unconquered” (2020).

Dal punto di vista lirico, per INVICTUS il cantante, che si è fatto da sé e che pensa in modo libero, si è spinto ancora più all’interno, evocando una forza impavida destinata a provocare e ispirare coloro che sono stati privati della libertà dai tempi moderni. INVICTUS agisce come un’armatura contro la manipolazione e la disinformazione da una posizione più personale che politica.

È un disco sulla lotta quotidiana, perché sono sempre stato un combattente“, spiega Iacono. “Parla dell’impatto emotivo di tutto ciò che accade nel nostro mondo, che ha ispirato in me questa rabbia e il bisogno di esprimere l’importanza di difendere ciò che sappiamo essere vero nel nostro cuore. È un ibrido tra questo e la rivisitazione di cose della mia infanzia che mi hanno costruito come persona“.

http://www.iaminvictus.net
http://www.facebook.com/Maurizioiaconoofficial
http://www.instagram.com/maurizioiacono.official
http://www.mnrkheavy.com
http://www.facebook.com/MNRKHeavy
http://www.twitter.com/MNRKHeavy
http://www.instagram.com/MNRK_heavy

Related posts
NewsThrash

MOSH-PIT JUSTICE: tracklist and cover of the new album

I thrasher bulgari Mosh-Pit Justice hanno svelato tracklist e copertina del nuovo disco della carriera “Crush the Demons Inside” in uscita entro…
HeavyNews

MAMMOTH WVH pubblica l’edizione deluxe digitale dell’album di debutto l’11 novembre su EX1 Records

PREORDINI:https://found.ee/MammothWVHDeluxe Mammoth WVH/Wolfgang Van Halen (Photo Credit: Bryan Beasley)Il primo brano inedito “Talk & Walk” è disponibile qui:https://found.ee/TalkWalk Sono passati solo quindici…
NewsThrash

TANKARD pubblicano il primo video track-by-track

Anche dopo quarant’anni vissuti al massimo in nome dell’heavy metal, non c’è modo di fermare il treno a tutta birra dei TANKARD. Giusto…

Lascia un commento