Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '






Speciale Glam Rock - “Ziggy e gli altri”

"Glam".Da "glamorous", fascinoso, seducente. Termine che, nei primi anni Settanta, indicò un genere musicale carico di simboli estetici e di un'attitudine stradaiola che getterà le fondamenta del punk.
Band formate da uomini vestiti equivocamente, con abiti sgargianti in pelle, calze a rete ed un trucco eccessivo (alla Rocky Horror Picture Show, per rimanere in tema).
Negli Stati Uniti, glam vuol dire New York Dolls, band capitanata da Johnny Thunders e David Johansen. Con un rock di stampo rollingstoniano, il loro primo album omonimo esce nel 1973. La mecca del glam a N.Y. è il locale Max's Kansas City (prima ancora del famoso CBGB'S) dove New York Dolls, Velvet Underground, Wayne County (il transgender per eccellenza), Patti Smith e molti altri si esibiranno a ripetizione.

Nel 1975, Johnny Thunders e Jerry Nolan, rispettivamente cantante-chitarrista e batterista (con il successivo contributo di Richard Hell dei Voidoids) fonderanno gli Heartbreakers, ottenendo un successo legato perlopiù a singoli brani storici (Born to lose, Chinese Rocks).
Il glam inglese si sviluppò in modo più vario, abbracciando gruppi di vario genere.
Il David Bowie di Ziggy Stardust and the Spiders from Mars e Alladin Sane (1971-1973) è da considerarsi una icona glam, anche se il suo alto livello musicale e artistico non è minimamente paragonabile alla mediocrità della miriade di gruppi-meteora, formatisi in quegli anni sulla scia del glam (un esempio su tutti, gli Slade).

Altro personaggio importante è Marc Bolan, che con i suoi T-Rex svilupperà un'anima glam sia elettrica (pezzi come 20th Century Boy e Buick Mc Kane) che acustica (ballate come Lady e Hot Love).
A inizi Settanta, doveroso ricordare il primo e secondo album degli inglesi Roxy Music, capitanati da Brian Ferry e dal genio Brian Eno: costumi sgargianti, pose da dandy e soprattutto un sound innovativo, con piccole perle quali Re-make Re-model, Ladyton, 2HB.
Seguono a ruota, negli USA, Alice Cooper, con l’album Love it to death, e i Kiss: cuoio nero, trucco pesante, rock n’roll e  un impatto proto-punk, soprattutto per Alice Cooper.

Il glam degli anni Ottanta rispecchia più che altro l’estetica e l’attitudine di quello originale, apportando però notevoli modifiche alla musica, soggetta a molte contaminazioni con il metal e garage.
Qualche tempo prima della sua morte, Jerry Nolan disse che praticamente tutti i gruppi hard-rock degli Ottanta avevano almeno un clone del compianto Johnny Thunders nel loro organico; un po’ per stile, certo, ma anche per quel suo marchio di fabbrica musicale davvero unico e accattivante.
In effetti, la lista di gruppi che annoveravano - almeno agli inizi - un’immagine ed un suono glam è  davvero infinita: Motley Crue, Guns n’Roses, LA Guns, i finlandesi Hanoi Rocks, Dogs d’Amour, Poison (!? Vabbè, mi son lasciata prendere la mano…).

Per commemorare le origini, nel 1998 uscì Velvet Goldmine, del regista Todd Haynes. Si tratta di un film (forse l'unico, nel suo genere) che narra le gesta del glam inglese e americano, viste attraverso gli occhi di un giornalista, ex fan dei gruppi glam. Le rockstar protagoniste, seppur riconoscibilissime, vengono citate con degli pseudonimi, per mancanza dei diritti d'autore necessari.
Si tratta di un contributo cinematografico importante, fortemente voluto e prodotto da Michael Stipe dei REM, per non dimenticare un periodo così breve, eppure così caratterizzante, nella storia del rock.

Sara Palladino

<<< indietro


   
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"
The German Panzer
"Fatal Command"
Appice
"Sinister"
AA.VV.
"Live At Wacken 2015: 26 Years Louder Than Hell"
Salmagündi
"Life O Braen"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild