Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '






:: SPECIALE UNDERGROUND MONDIALE

:: Aliaj “Promo 2006” (Romania)

Da Constanta, principale porto della Romania, arriva un gruppo parecchio interessante, gli Aliaj. Infatti, si tratta di una band già pronta per il proscenio internazionale in quanto ha tutti i numeri per sfondare. Ottimi brani metà densi di energia e per l’altra metà in possesso di una bella forza atomica. Il songwriting è decisamente magniloquente e denota una band capace di rivaleggiare con gli standard internazionali poiché i brani sono orecchiabile ed hanno quell’appeal commerciale che non guasta. Dal punto di vista stilistico si muovono fra sonorità giunge, post Radiohead e Coldplay. Eppoi mi dicono che la scena rock rumena è involuta… In preparazione un nuovo promo di undici brani che ascolterò con piacere…

www.aliaj.ro

::
Amorphous “Return from The Dead” (Polonia)

In attività da più di quindici anni ed ancora sconosciuti questi Amorphous… Incredibile! Eppure la band non è per nulla male o insignificante… Gli Amorphous sono un signor gruppo che ha realizzato un pregevolissimo promozionale. Il gruppo è un classico three-piece alla Motorhead e suona pesante, molto pesante. Credetemi… La base del loro sound sembra il death grind, ma a mio modesto parere sono un gruppo di thrash metal con puntate nel death. La voce è molto brutale, le chitarre graffiano e danno un ritmo infernale al tutto, mentre il duo ritmico supporta alla grande il sound della band. Per non parlare della produzione… Un must per perfezione e precisione… Raggelante la cover di “Warhead” dei Venom… Sulla scia dei Vader…

www.amorphous.prv.pl

::
El Santo “Metamorphosis” (Messico)

Qui siamo in un territorio di pura brutalità. Infatti, come voi saprete, la scena metal messicana è piuttosto grindgore oriented. Questi El Santo non sfuggono alla regola e si danno alla pazza gioia per violentare il nostro povero udito! I brani che fuoriescono da “Metamorphosis” sono indiavolati brandelli di furia grind. Sembra di assistere ad un mix folle fra Nuclear Death, Terrorizer e i primi Napalm Death con alcune salaci citazioni di Carcass… L’avete capito…si tratta di un gruppo per i solo aficionados del genere in quanto gli altri potrebbero rimanerci secchi…

www.elsanto.4t.com

::
Nol “Promo 2006” (Polonia)

Bel gruppo di power metal questi Nol, gruppo di Bydgoszcz (Polonia). Il gruppo nasce nel 2002 e con alcuni concerti diventano presto noti nell’underground polacco. I Nol ci propongono un power metal quadrato, molto possente, muscoloso e piuttosto eighties-oriented. Ho notato nel guitar-playing una predilezione per un rifferama simile ai Balck Sabbath, con le dovute differenze ovviamente. Il suono esce forte, diretto, d’impatto e per nulla mediato. I brani si susseguono piacevolmente e credo che abbiano un’attitudine live di non poco conto. Un promozionale di buon livello… Ma in Polonia possono fare strada visto che si tratta di una scena prettamente death e thrash?

www.nol.prorock.pl

Primal Dawn “Zealot” (Irlanda)

Dall’Irlanda ci giungono questi Primal Dawn, gruppo nel 2000 e giunto quest’anno al secondo Mini-CD intitolato “Zealot”. E’ un gruppo davvero interessante. Finalmente un gruppo che suona un particolare stilema thrash che nell’ultimo periodo è caduto in disgrazia. Mi riferisco al sound che rese celebri Bolthrower, Onslaught e Benediction. Quindi, un sound fortemente influenzato dal thrash che si sposa molto bene con il death sviluppando un suono feroce, brutale, potente e quadrato. Una buona prova per un gruppo che ha notevoli possibilità di evoluzione e miglioramento… Complimenti…

www.primaldawn.cjb.net

::
Requiem Laus “Promo 2006” (Portogallo)

Hanno iniziato all’inizio degli anni novanta come Requiem per poi cambiare il loro monicker in Requiem Laus, mentre il loro demo di debutto data 1994 ed era intitolato “Life Fading Existence”… Via via il loro sound si è evoluto da una rilettura classica del death metal melodico ad un sound più personale e proprio. Infatti, i Requiem Laus attuali suonano come un gruppo death metal molto influenzato da certo power metal tecnico e da alcune divagazioni gotiche molto ben riuscite. Il sound è molto potente, poco melodico, ben strutturato e per nulla aduso a civetterie estetiche. I Requiem Laus dovrebbero, forse, aprire il loro sound un po’ chiuso e poco comunicativo. Quando un debut album ufficiale?

www.requiem-laus.com

::
Staccato “Various Promo-Stuff” (Romania)

Ancora un gruppo dalla Romania. Se gli Aliaj sono più rock, gli Staccato prediligono soluzioni più metal. Il gruppo è in attività da parecchio tempo e proviene da Timisoara. Il materiale sottoposto alla nostra attenzione denota un gruppo interessato a sonorità simili agli Epica o all’Yngwie Malmsteen più progressivo e mistico. Quindi, i brani sono delle autentiche mini-suite molto ben strutturate e arrangiate. A suoni potenti se ne alternano altri più melodici ed epici sviluppando un suono coeso e omogeneo. Forse manca loro quel pizzico di fantasia che potrebbe far maturare ulteriormente il loro sound. Attualmente è entrata in formazione una cantante e stanno lavorando a del nuovo materiale che spero di sentire…

www.staccato.as.ro

::
Archaic Guilt “A Clarion Silente” (Dubai)

Un gruppo dal Dubai! L’heavy metal è davvero un sound globalizzato e lo dimostrano questi Archaic Guilt. La band è in realtà un duo composto da Zaid e Bana formatosi nel 2002. Gli Archaic Guilt suonano un death metal che deve molto alla lezione di Paradise Lost oppure Opeth. Quindi i suoni sono molto rarefatti, ben elaborati e per nulla banali. Il gruppo dimostra una grande versatilità stilista ed una precisione certosina nell’elaborazione dei suoni. Non aspettatevi urla disumane o violente accelerazioni. Gli Archaic Guilt non sanno che farsene…anzi… Diciamo che si tratta di musica sognante, nera e trascendentale. Una bella lezione musicale dal lontano Dubai… Aspetto buone nuove da parte vostra.

zjordana83@hotmail.com

Emanuele Gentile

<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild