Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '






:: SPECIALE ROCK '60 / '70

Introduzione


Un storia, di solito, ha un inizio e una fine. Questa, invece, non avr´┐Ż ne l'uno ne l'altra. In realt´┐Ż non ha neanche una trama, a ben pensarci. Per convenzione ci muoveremo in uno spazio temporale che va dal 1960 al 1979, ma in realt´┐Ż sono limiti che non rispetteremo.
Per´┐Ż, gli ingredienti per una buona storia ci sono tutti. Ci sono eroi, eroine, morte, droga, ideali, religioni, sogni, chiaramente musica, tanta musica. Insomma c´┐Ż´┐Ż tutto, ma non un inizio. Probabilmente se lo cercassimo lo troveremmo, ma non saremmo certi che sia quello giusto. Quindi perch´┐Ż porci il problema? Andremo avanti, altre volte indietro, alcune volte ci chiederemo se abbiamo camminato realmente o se ´┐Ż il paesaggio intorno a noi che si ´┐Ż mosso

Per comodit´┐Ż, stilistica, divideremo la storia in tre capitoli:

1) Atlantide (beat e psichedelica);
2) Arcadia (rock progressivo);
3) Avalon (hard rock);

In realt´┐Ż i tre capitoli andrebbero letti contemporaneamente, se fosse possibile bisognerebbe stampare i tre capitoli su fogli trasparenti, poi metterli l´┐Żuno sull´┐Żaltro ed infine leggerli. Ma non ´┐Ż possibile. Quello che possiamo fare ´┐Ż cercare per ogni capitolo delle affinit´┐Ż stilistiche che pi´┐Ż il delle volte per´┐Ż, non chiariranno se un gruppo appartiene ad un filone od ad un altro (gli Atomic Rooster suonavano progressive o hard rock? I Pink Floyd sono un gruppo psichedelico o progressivo?) quindi in mancanza dei fogli trasparenti, la scelta la far´┐Ż io, abbiate pazienza se i miei criteri di classificazione non rispettano i vostri, ´┐Żbut it´┐Żs only rock and roll´┐Ż.

1) Atlantide

Iniziamo il nostro cammino, senza una mappa, nell´┐ŻAtlantide del rock. Una cosa certa di quegli anni ´┐Ż che il rock perse la propria verginit´┐Ż. Non ´┐Ż pi´┐Ż il rock scanzonato, fracassone e maleducato che tanto faceva divertire i giovani degli anni 50, ma diventa in alcuni casi lo specchio della societ´┐Ż ed un grido di dolore e di rabbia. Proprio questa presa di coscienza, tramuta questa epoca in una terra di utopie. E quale luogo mitologico se non Atlantide richiama alla mente pace uguaglianza e fratellanza? E quale simbolo, pi´┐Ż di Atlandide sommersa dalle acque pu´┐Ż rappresentare al meglio il fallimento di questi ideali?

Il nostro percorso inizia con una domanda: cosa succede se quattro ragazzi di Liverpool decidono di mettere su una band? Il pi´┐Ż delle volte non accade nulla. Ma nel 1956 (ma non avevamo stabilito che avremmo parlato di un lasso temporale che va dal 1960 al 1979?) quattro ragazzi, non sapendo che probabilmente non sarebbe successo nulla, mettono su una band di rock and roll i Beatles. E´┐Ż rock ´┐Żn´┐Ż roll, niente di pi´┐Ż niente di meno, ma questi quattro ragazzi con la faccia pulita, in alcuni casi neanche tanto bella (chi ha detto Ringo Starr?), conquistano nel 1962 le classifiche inglesi, riuscendo dopo qualche anno a sbarcare anche negli States.

Intanto altri quattro fighettini della buona societ´┐Ż inglese, che alternano lo studio a sane dosi di ascolto di blues (che sia il blues la scintilla primordiale?) e rock ´┐Żn´┐Żroll, mettono su un gruppo che chiamano Rolling Stones. Percorrendo una strada meno originale dei Beatles, questi quattro virgulti a suon di riadattamenti di vecchi classici, conquistano le charts, prima inglesi, poi mondiali. Solo verso la met´┐Ż degli anni sessanta gli Stones, inizieranno a comporre brani propri sempre pi´┐Ż convincenti, ma senza perdere mai, il vizietto della cover.

A livello mondiale si inizia a parlare di movimento Beat, le mamme inorridiscono a vedere i propri figli con i capelli lunghi, che parlano di amore e libert´┐Ż. Ma dove sono finiti i sani valori di una volta? Si saranno domandati i panciuti genitori occidentali. Dalla terra di Albione, giungono altri lp e 45 giri sotto le puntine dei giradischi in ogni angolo del mondo. Dischi di gruppi, quali Animals, Them, Spencer Davies Group e Yardbirds. Gruppi caratterizzati da un discreto successo commerciale ma che hanno avuto, soprattutto, il merito di influenzare la musica rock, anche se non direttamente, per la presenza di personaggi di spicco nelle proprie file.

Gli Animals di Eric Burdon, con il proprio rock ´┐Żn´┐Ż blues alla Stones, sfornarono uno degli hit rock di ogni tempo, The House Of The Rising Sun, coverizzata un po´┐Ż da tutti, Al Bano incluso (quindi proprio da tutti!). All´┐Żindomani dello scioglimento degli Animals, Eric Burdon inizi´┐Ż una carriera solista che lo port´┐Ż a collaborare con gli WAR (1969-71), gruppo di punta del movimento delle pantere nere, composto da sei musicisti afro-americani di estrazione R&B/Jazz. L´┐Żex bassista degli Animals, Chas Chandler, dopo aver deciso di appendere lo strumento al chiodo, divent´┐Ż il manager\produttore di un chitarrista afro-americano conosciuto durante l´┐Żultimo tour della sua ex band negli Usa, il chitarrista in questione era un certo Jimi Hendrix.

Them e Spencer Davies Group furono fortemente caratterizzati dalla presenza di due personaggi di spicco: Van Morrison (Them) e Stevie Winwood (S.D.G.). Negli lp dei Them troviamo come tournisti musicisti del calibro dei futuri Led Zeppelin, Jimmy Page e John Bonam. Lo Spencer Davies Group con il proprio hit di successo Gimme Some Lovin (1966), ripresa dai Blues Brother, divent´┐Ż la colonna sonora del conflitto in Vietnam. Steve Winwood, cos´┐Ż come Van Morrison, avr´┐Ż una brillante carriera solista, ma anche il merito di formare la folk\progressive band dei Traffic.

Storia particolare quella degli Yardbirds, fautori di un blues elettrico, che vantarono nelle proprie file un certo Eric Clapton, il quale, al momento della pubblicazione del primo 45 giri di successo del gruppo (For Your Love), decise di abbandonare la band, accusandola di troppa commercialit´┐Ż. Fu chiamato a sostituire Clapton l´┐Żex chitarrista dei Tridend: Jeff Beck. Ma dato che non c´┐Ż´┐Ż due senza tre, come se non bastassero due dei chitarristi pi´┐Ż importanti della storia del rock, venne chiamato ad affiancare Beck, come secondo chitarrista, un certo Jimmy Page. Quando Beck lasci´┐Ż il gruppo la guida fu presa da Page che prima cambi´┐Ż il nome in New Yardbirds, poi lo tramut´┐Ż definitivamente in Led Zeppelin, dando origine ad una altra colonna della storia del rock.

Ma Clapton che fine fece? Fin´┐Ż in una formazione capitanata da un altro patito del blues: John Mayall. I due registrarono insieme il famigerato Bluesbreacker (1966), album zeppo di standards blues interpretati in maniera energica. Ma Clapton era un´┐Żanima in pena, moll´┐Ż Mayall e con due ex Graham Bond Quartet, Jack Bruce e Ginger Backer, fond´┐Ż i fondamentali Cream. Mayall sostitu´┐Ż Clapton con Peter Green che a sua volta fond´┐Ż i Fleetwood Mac.

Altra band fondamentale sorta a met´┐Ż anni 60 furono gli Who, portabandiera del movimento Mods, che cantarono in My generation il disagio generazionale. Figure di spicco della band furono Pete Townshed, chitarrista dal braccio rotante, ma soprattutto il defunto Keith Moon, batterista che port´┐Ż il proprio strumento per la prima volta nella storia del rock in primo piano lasciando quindi quella funzione di mero accompagnamento che aveva avuto sino a quel momento. Gli Who furono tra i primi a cimentarsi nella composizione di concept album, quali Tommy (1969) e Quadrophenia (1973).

E negli States? I poeti iniziarono a fare rock. Ci riferiamo a Bob Dylan, Joan Baez ed altri, i quali scelsero come forma musicale, il folk. Il rock 'n' roll, cos´┐Ż come il blues, era considerato musica commerciale. E fu in quel momento che il rock perde la propria verginit´┐Ż, fondendosi con la politica e diventando musica "di protesta". Apice della prima fase della carriera di Dylan fu il secondo lp, The Freewheelin´┐Ż Bob Dylan (1963). Probabilmente il disco pi´┐Ż politico di Dylan fu TheTtimes They Are A-Changin´┐Ż (1964), da qui in poi Dylan cambi´┐Ż stile trattando nei propri pezzi temi anche di natura introspettiva senza dimenticare mai l´┐Żimpegno politico.

Eroina del rock ´┐Żdi protesta´┐Ż, sennonch´┐Ż, alter ego femminile di Dylan ´┐Ż stata Joan Baez (oltre che probabile compagna nella vita). Carriera musicale che si bas´┐Ż su sonorit´┐Ż folk, ma che divent´┐Ż tutt´┐Żuno con l´┐Żimpegno sociale. Picchettaggi e atti estremi di protesta, come per esempio il rifiuto di pagare le tasse per non finanziare il conflitto vietnamita portarono la Baez a periodi di detenzione carceraria. Nel 1972, Joan Baez soggiorn´┐Ż ad Honoi nel pieno del bombardamento statunitense sulla capitale vietnamita. Le impressioni di questa esperienza sono riportate sul disco Where Are You Now, My Sson? (1973), il cui secondo lato, altro non ´┐Ż, che la registrazione dei rumori di quel bombardamento.

Altro poeta, altro giro. Jim Morrison e i Doors. Quando nel 1967 venne pubblicato il primo lp, The Doors (1967), l´┐ŻAmerica si vide sbattere in faccia temi quali, incesto, omicidio, esaltazione delle ´┐Żporte´┐Ż aperte dal consumo di LSD. Morrison non tralasci´┐Ż l´┐Żimpegno sociale (An American Prayer), ma concentr´┐Ż maggiormente il proprio interesse su brani di contenuto introspettivo. Dal punto di vista musicale i Doors, non abbracciarono sonorit´┐Ż di tipo folk, ma bens´┐Ż di tipo psichedelico blueseggiante, fortemente caratterizzato dalla presenza dell´┐Żorgano di Manzarek. Alla fine Morrison e i Doors incideranno, sino alla misteriosa morte parigina del leader, sei lp di grande successo. Manzarek e i Doors, orfani di Jim, andranno avanti per altri due dischi con risultati artistici scarsi.

Altra icona musicale degli anni sessanta ´┐Ż, senza alcun dubbio, Janis Joplin. Ragazzina innamorata del blues e della musica nera in genere, esord´┐Ż su Mainstream, con una band gi´┐Ż attiva nell´┐Żaera di San Francisco: i Big Brother & The Holding Company. Big Brother & The Holding Company (1967) e il successivo Cheap thrills (1968), album dal vivo, misero in evidenza la voce irruenta e roca di Janis. Insoddisfatta della vita di gruppo, e ormai succube delle droghe e dell´┐Żalcol, Janis sforn´┐Ż il proprio unico disco solista I Got Dem Ol´┐Ż Kozmic Blues Again Mama (1969), il cui titolo ´┐Ż una chiara dichiarazione di intenti. Nonostante sia stata trovata morta il 4 ottobre 1970 in una stanza di albergo per overdose di eroina, la sua carriera ebbe un colpo di coda con il postumo lp Pearl (1971), album ormai completo al momento del decesso.

Paladino del folk country, ´┐Ż ed ´┐Ż stato Neil Young. Dopo la brillante esperienza con i Buffalo Springfield, con i quali incise l´┐Żalbum omonimo nel 1967 lasciando alla storia una canzone quale For What It´┐Żs Worth, il giovane canadese inizi´┐Ż una carriera solista ricca di soddisfazioni, dando alla luce album quali Everybody Knows This Is Nowhere (1969), After The Gold Rush (1970) e Harvest (1970). Sul palco del festival di Woodstock, Young dar´┐Ż vita ad una delle collaborazioni pi´┐Ż famose della storia del rock: Crosby, Stills, Nash & Young. Alcuni mesi dopo il festival, i quattro incisero un altro pezzo della storia del rock D´┐Żj´┐Ż Vu (1970). La collaborazione continu´┐Ż anche nel successivo doppio lp Four Way Street (1971).

Nella mitica estate del 1965, nella baia di San Francio, culla della beat generation, motore della controcultura hippie, nacque un gruppo che divent´┐Ż il simbolo del pacifismo spigoloso e propagandista, i Jefferson Airplane. Blues, rock, folk psichedelia si fusero per creare il tappeto musicale ideale sul quale svett´┐Ż la voce acida di Grace Slick. Album quali Jefferson Airplane takes off (1966), Surrealistic pillow (1967), Crown Of Creation (1968) e Volunteers (1969), ci hanno consegnato grandi classici del rock quali: Sombody To love, White Rabbit, Plastic Fantasy Lover. Dalle ceneri degli Airplane nacquero altre band degne di nota quali Jefferson Starship e Hot Tuna, mentre, Grace Slick intraprese anche una carriera solista.

Gruppo simbolo della psichedelia e del consumo di LSD, furono e saranno sempre i Grateful Dead di Jerry Garcia. Gruppo che arriv´┐Ż all´┐Żesordio dopo una lunga gavetta concertistica, ma che continuer´┐Ż a conservare nell´┐Żaspetto live la sua forma migliore. Concerti che furono una vera e propria comune hippie dove era possibile, non solo ascoltare musica, ma anche, consumare droghe pi´┐Ż o meno leggere. Aoxomoxoa (1969) ed il successivo doppio disco dal vivo Live/Dead (1969) con la lunga Dark Star (oltre 20 minuti di acido disciolto in musica), sono la fotografia pi´┐Ż realista di quello che significava fare musica psichedelica all´┐Żepoca.

Se i Jefferson e i Dead furono i gruppi che dettarono le regole della West Coast music, la band che maggiormente ´┐Żdisubbid´┐Ż a queste regole ha un nome chilometrico: Creedence Clearwater Revival. Le radici del gruppo erano nel rock and roll degli anni 50. Canzoni semplici, dirette, orecchiabili e soprattutto non acide o diluite. Nel biennio tra il 1969 e 1970 immisero sul mercato tre grandi classici del rock quali: Green River (1969), Willy And The Poorboys (1969) e Cosmo´┐Żs Factory (1979).

Ponte ideale tra la scena inglese e la scena statunitense fu Jimi Hendrix. Abbiamo gi´┐Ż avuto modo di scrivere come Chas Chandler, bassista degli Animals, fosse rimasto colpito dal giovane chitarrista di colore. Il tutto avvenne durante una esibizione al Caf´┐Ż Wha?, locale del Greenwich Village, di una minisconosciuta band chiamata Jimmy Jamese And The Blue Flame. Chitarristi di questa formazione erano Randy California, che in seguito fonder´┐Ż gli Spirit, e James Marshall Hendrix. In particolare questo ultimo colp´┐Ż l´┐Żattenzione dell´┐Żex Animals. Chandler decise di portare con se Hendrix in Inghilterra, e promosse per lui un tour. Il passo decisivo, fu comunque, la creazione di una band, che accompagnasse Jimi, nei tours tedeschi e francesi. Venne cos´┐Ż formata la Jimi Hendrix Experience. La prima uscita discografica del gruppo fu una rilettura di Hey Joe (1966), in chiave rallentata\psichedelica. Il secondo lato del 45 giri conteneva la prima canzone scritta da Jimi: Stone Free. Ma fu solo nel 1967 che il mondo inizi´┐Ż a fare i conti con l´┐Żirruente blues\psichedelico di Hendrix, ´┐Ż datato quel anno il primo lp intitolato Are You Experienced? (1967). Da quel momento la storia del rock ´┐Ż cambiata. Pezzi quali Red House, Foxy Lady diventarono colonne portanti della storia del rock. Sempre nello stesso anno Hendrix immise sul mercato il suo secondo lp Axis: Bold Of Love (1967), dalla copertina altamente psichedelica ed dal suono rock-blues-pischedilico che diventava rovente nelle mani del mancino chitarrista di colore. Ormai la strada verso il successo era spianata, terza fatica Electric Ladyland (1968), ancora una volta un disco pieno zeppo di classici del rock da Vooodoo Chile, alla ´┐Żdylaniana´┐Ż All Long The Watchtower. All´┐Żapice del successo Hendrix sciolse l´┐ŻExperience, cambi´┐Ż management ed incise il live Band Of Gypsys (1970). Il 18 settembre 1971 Hendrix venne ritrovato morto nella sua camera di albergo a Londra. Il referto ufficiale parla di morte da soffocamento per vomito. Da quel momento in poi la discografia di Jimi verr´┐Ż arricchita da una sostanziosa produzione postuma.

15, 16, 17 agosto 1969 a Bethel, piccola localit´┐Ż dello stato di New York si tenne probabilmente il pi´┐Ż importante evento collettivo nella storia della musica rock che, accolse inaspettatamente per tre giorni e tre notti pi´┐Ż di 400.000 giovani. E´┐Ż stato l´┐Żapice della controcultura hippie, ma anche il canto del cigno. Probabilmente i pi´┐Ż, tornando a casa, non lavarono via solo il fango ma anche sogni ed utopie per diventare poi la classe dirigente, senza scrupoli, degli anni 80. Gli artisti che parteciparono alla 3 giorni sono i seguenti:

Joan Baez The Band, Blood, Sweat & Tears, Paul Butterfield Blues Band, Canned Heat, Joe Cocker, Country Joe and the Fish, Creedence, Clearwater Revival, Crosby, Stills, Nash & Young, Grateful Dead, Arlo Guthrie, Tim Hardin, Keef Hartley, Richie Havens, Jimi Hendrix, Incredible String Band, Janis Joplin, Jefferson Airplane, Melanie, Mountain, Quill, Santana, John Sebastian, Sha-Na-Na, Ravi Shankar, Sly and the Family Stone, Bert Sommer, Sweetwater, Ten Years After, The Who, Johnny Winter

E Atlantide si inabiss´┐Ż. Ora rimane solo il mito, qualche panciuto sopravvissuto e alcuni archeologi nostalgici che cercano di cantarne la gloria.

Giuseppe Cassatella

<<< indietro


   
Venom Inc.
"Avé"
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild