Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Zombie Sam
:: Zombie Sam - Self Conscious Insanity - (Coroner Records - 2013)
Quando si parla di horror rock/metal, il primo nome che ci viene in mente è quello dei Death SS; ma no, questa volta vi parlo del progetto Zombie Sam, iniziato nel 2011 dalla mente di… ehm, Zombie Sam (chitarra e basso)! Appassionato di Tim Burton, delle colonne sonore darkeggianti, dell’ambient e dei riff della sua chitarra, oltre che dei suoni orchestrali, Zombie Sam riesce a pubblicare nel 2012 il suo primo Ep ufficiale, intitolato “Zombie Sam” (beh, appunto!) sempre per la Coroner Records. La band (italiana) si completa con King O’ Lantern (voce) e Patrik ‘The Beetlejuice’ (batteria); non è una novità che una band usi dei ‘nickname’ con il tema ‘horror’ al posto dei propri (ehm, comuni) nomi. Che dire, ‘oggi’ pubblicano ‘il loro primo full-length “Self Conscious Insanity”; l’album è mixato e masterizzato da Ettore Rigotti ed è prodotto da Alessio Neroargento (quest’ultimo anche in veste di guest vocals in “Stay Away from Me” e “Unreal”). Ma Neroargento non è l’unico guest, infatti l’altra guest vocalist è Sophia (dei Blood Stain Child), che ‘appare’ in “A Hallow Tale” e “The Awake”. Ok, come suona il disco? Beh, il disco si avvicina più alle produzioni di Marilyn Manson e all’industrial (in “A Beautiful Zombie”, la band abbraccia i suoni dei Rammstein). Poi non capisco l’utilità di brani riempitivi, come la 12° traccia (praticamente circa due minuti di musichetta da carillon) e la traccia numero 13° (circa tre minuti di sinfonie): non potevano essere utilizzate come intro ed outro? Per fortuna almeno i brani sono brevi, sebbene non riescano ad evitare di finire nella monotonia e nel già sentito (cosa che accade in quasi tutto il disco, per gli evidenti riferimenti al “Reverendo Manson”). Addirittura la 9° traccia, inizia (quasi) uguale a “The Beautiful People” del citato Manson! Cosa aggiungere? Personalità e originalità... bassissime; per me, rimandati al prossimo disco (sperando in positivo).
Voto: 4/10
Giovanni Clemente

Contact:
www.facebook.com/ZombieSamOfficial
<<< indietro


   
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"
Night Demon
"Darkness Remains"
Au-Dessus
"End of Chapter"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild