Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Zap
:: Zap - Demo 2003 - (Autoproduzioni)
Zap è un personaggio ricco d’inventiva e di buone idee e questo è ciò che si sente nella sua musica; purtroppo le idee sono tante e i mezzi scarsi ma ciò non ostacola la voglia di far musica.
Alfiere dell’industrial metal nostrano, Zap si profila come una one man band con un sound ed un feeling ben particolari. Le sedici tracks incluse nel demo 2003 dimostrano una buona dose di creatività, anche nelle celebri covers di “The man who sold the world” e del soundtrack di “Don Camillo”, rivisitate in versione industrial.
Come ho detto sopra il nostro povero Zap si è dovuto avvalere di mezzi non proprio ultrasofisticati ma tutto sommato è la musica che importa .
E’ interessante vedere come ogni singolo brano raccolga in sé una storia particolare: cito a questo proposito “Empty V”, riflessione sulla merda che opprime i nostri network, “Tech-no-logic” e “Not another happy ending” che presentano dei richiami molto forti al sound dei Voltage, ex band del nostro caro compare e “Scarlet Woman” onorificenza ai Death SS.
Il demo è un carnevale di campionamenti, suoni claustrofobici e rimbombanti; in alcuni momenti pare che si avvicinino al black, in altri ripiombano in un industrial molto vicino a quello dei N.I.N di mr. Reznor. Inusuali i suoni di chitarra, ben lungi da quelli pesanti ed oscuri dei colleghi Ramnstein.
Ho sempre ribadito in prima persona di non essere molto amante di musica elettronica e ho sempre boicottato l’uso abuso di campionamenti e roba del genere. Ma c’è anche chi ha delle buone idee da sviluppare e le sviluppa con l’ausilio di mezzi elettronici senza però trascurare quello che il nucleo pulsante della musica: il sentimento. Non trascuriamo comunque l’inventiva e direi anche l’originalità; infatti di frequente mi trovo ad ascoltare gruppi ed artisti nuovi, che, nonostante si avvalgano di tecniche di registrazione sofisticatissime, risultano tremendamente vecchi. Forse la qualità non alta di questo prodotto non è del tutto un male. Nelle sostanze grezze a volte si può gustare la verace essenza di un prodotto artistico, di qualunque stampo esso sia.
Buono.

Contact
zap@zap-on-line.com
www.zap-on-line.com
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild