Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Your Anguish
:: Your Anguish - Heroes & Zeroes - (Autoprodotto - 2013)
Gli Your Anguish sono un progetto musicale nato a Torino nel 2003 con tre uscite all’attivo: un album omonimo nel 2005, l’ep “Desertified” nel 2009 e questo dischetto del 2013, “Heroes & Zeroes”, contenente sette tracce. Intento concettuale di “Heroes & Zeroes” è quello di mostrare luci ed ombre di una società marcia sino al midollo, e a questo scopo la band sciorina un sound di matrice thrash-metalcore, una di quelle cose che si è soliti definire oggi come declinazione moderna del Gothenburg sound, quindi con tanto hardcore, tanto metal, e soprattutto tanta tecnica. In sostanza, l’aggressività della band è messa al servizio di una ricerca melodica che emerge sin dall’opener “King of reptiles”, che beneficia di una tipica intro con chitarra in loop. Ritmi serrati di batteria e rifferama senza esclusione di colpi sono anche gli ingredienti di “The darkest day”, che ha richiami addirittura ai gloriosi Death, pur non convincendo completamente nella sua complessa struttura. A colpire nel segno ci pensa invece “Bokanovsky’s process”, con i suoi intenti math core a tessere una trama posta al servizio di una track che sin dal titolo è un omaggio alle visioni distopiche di Aldous Huxley nel suo “Brave New World”. Lo schema è dunque chiaro e rodato: pattern ritmici quadrati, chitarre serrate e tante armonizzazioni, con linee vocali che uniscono melodia e aggressività. Qua e là la band fa intravedere spiragli di luce, come in “Heroes”, con il suo arpeggio vicino ai Testament di James Murphy, e questo è sufficiente per auspicare per gli Your Anguish un’evoluzione sonora che sappia staccarsi degli intenti monolitici per perseguire una sempre maggiore personalità e soprattutto riconoscibilità, sia del sound che delle composizioni.
Voto: 6,5/10
Francesco Faniello

Contact:
www.youranguish.net
<<< indietro


   
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild