Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Wreck Of The Hesperus
:: Wreck Of The Hesperus - Light Rotting Out - (Aesthetic Death – 2011)
Ritornano dopo cinque lunghi anni di assenza i Wreck Of The Hesperus, trio di origine irlandese, attivo sin dal 2004. E’ evidente come l’Aesthetic Death oggi consideri questa band la punta di diamante del proprio roste (che in passato ha visto nei propri ranghi i grandissimi Esoteric), basti pensare allo splendido packing in formato A5 che contiene il cd e alle meravigliose quattro schede illustrate su cui sono riportati i testi. Dal punto di vista musicale, l’album non si discosta di molto dal precedente, quindi la ricetta è la solita: tempi ultra rallentati, parti cantate (doverosamente growl) ridotte all’essenziale, apprezzabilissimo lavoro di basso. Per gli amanti del doom, poi, c’è un ospite d’eccellenza alla voci, quel Albert Witchfinder, mente e motore dei mai troppo rimpianti Reverend Bizarre. Se proprio vogliamo individuare delle novità, possiamo individuare un maggior ricorso a situazioni più atmosferiche (quasi una colonna sonora), che arricchirono di maggior pathos e disperazione i 40 minuti di musica incisi sul supporto digitale. Come sempre quando ci si torva innanzi a un lavoro del genere le situazioni sono due: o lo sia ama o lo si odia. Chi mi segue sa quanto io ami questo tipo di lavori (anche se non riesco a cibarmene in modo continuo, sarebbe inumano), ma non biasimo chi può ritenere il ritorno degli irlandesi un polpettone indigeribile. Se siete dei masochisti come il sottoscritto, correte a comprare questa piccola perla nera!
Vo: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/wothesperus
www.aestheticdeath.com
:: Wreck Of The Hesperus - The Sukken Threshold - (Aesthetic Death - 2006)
Benvenuti nel regno della disperazione, dove la luce è una chimera e la morte è un’allettante prospettiva. I Wreck Of The Hesperus sono un trio di origine irlandese, attivo dal 2004, che vanta nella propria discografia, oltre all’oggetto di questa recensione, l’Ep intitolato Eulogy For The Sewer Dwellers (2005). The Sukken Treshold è un disco di funeral doom, come se ne sentono pochi. Tempi ultra rallentati, parti cantate (doverosamente growl) ridotte all’essenziale, apprezzabilissimo lavoro di basso. Parentesi a parte merita il lavoro alla chitarra di Andy (che è anche il cantante del gruppo), abilissimo a creare riff monolitici che mi hanno ricordato quelli dei grandissimi Autopsy. I pezzi proposti sono tre: “Stop The Black Coffin”, “Grave Signal” e “The Ossessous Tomb (Echoes Of Winter)” più una traccia nascosta. Come prevede il genere proposto i tre pezzi superano abbondantemente i dieci minuti ognuno (i dieci minuti più lunghi della vostra vita!). Se amate gruppi quali Esoteric, Sleep, Sun O)) e i grandi Teeth Of Lions Rule The Divine, non potete non far vostro questo disco.

Voto: 7,5/10

Contact
www.wreckofthehesperus.net
www.myspace.com/wothesperus
www.aestheticdeath.com
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild