Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Wisteria
:: Wisteria - Under an 8-Bit Moon - (Autoprodotto - 2014)
Il progetto Wisteria è legato ad AtoragoN (Strider) e Veronica “Valchirea” Bordacchini (Fleshgod Apocalypse), con la collaborazione di vari musicisti come Francesco Ferrini (anche lui nei Fleshgod Apocalypse) ed è un progetto per creare canzone oscure, con un sound industrial, come colonna sonora perfetta per un incubo! La band cita come influenze Evanescence, Rammstein e Devin Townsend. I Wisteria hanno pubblicato un primo demo “Mechanical Phoenix” contenente tre canzoni di rock industrial e la cover di “Hyperdrive” di D. Townsend; nel 2012 pubblicano il secondo demo “Nerdvana” e solo oggi arrivano al primo full-length, contenente tre cover e sette brani originali. La band ammette di esplorare a fondo il lato oscuro, anche con l’utilizzo dell’elettronica – con testi ispirati allo Sci-fi, ai film horror e ai romanzi di Lovecraft. Onestamente, il disco (per il sottoscritto) è ancora acerbo, e nonostante i diversi ascolti non riesco ad esaltare molto i Wisteria… ripeto, per il sottoscritto c’è ancora molto da fare! Ad esempio, se prendiamo in esame la cover “Eleanor Rigby” (dei The Beatles)… beh, mi dispiace dirlo, ma è la peggior cover che ho sentito di questa canzone – prendete invece la versione dei Pain (di quel ‘mattacchione’ di Peter Tagtgren), quella sì che ‘attizza’! Nemmeno la cover di “A Rose in the Wind” di Anggun (???) è trascinante. “R’Lyeh” è ispirata ai romanzi di H.P. Lovecraft, e qui finalmente si inizia ad apprezzare qualcosina; “Event Horizon” invece è ispirata all’omonimo film horror fantascientifico; “Hold Me, Thrill Me, Kiss Me, Kill Me” è la terza cover (degli U2, originariamente scritta per il film “Batman Forever”) e ahimè, anche questa cover non riesce a essere interessante. Andando verso la conclusione, troviamo “8-Bit Nightmare”, un brano tutto elettronico, non eccellente, ma almeno si fa apprezzare. A chiudere il primo full-length dei Wisteria troviamo infine “Cremisi”, brano carino… in conclusione, credo che la band debba crescere ancora, per fare il vero salto di qualità; qualche idea c’è, ma troppo confusa e/o sviluppata male. Le cover, per il sottoscritto, non sono riuscite; al massimo, per adesso trovate qualcosa più vicino al vostro sound; e come dicevo pochissime righe fa… qualche idea carina c’è, bisogna solo ‘coltivarla’ e svilupparla meglio – molto bella (invece) la copertina. Un quasi sufficiente, nella speranza di riascoltarvi presto, con un prodotto migliore. Non arrendetevi!
Voto: 5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.reverbnation.com/wisteria
www.facebook.com/pages/Wisteria/117021795018815

La band italiana Wisteria entra nella scena musicale con il primo full-length ufficiale “Under An-8 Bit Moon”, una fusione tra industrial e rock che si ispira molto ai film horror come “Hellraiser” e “Blade Runner” e alle atmosfere delle storie di H.P. Lovecraft. L’obiettivo di questo cd, come nei precedenti demo “Mechanical Phoenix” e “Nerdvana”, è la creazione di canzoni industrial-rock ed elettroniche che fossero la perfetta colonna sonora per un incubo, uno scopo che è stato ben raggiunto e la testimonianza sono canzoni come “8-bit Nightmare”, “Cremisi”, “Cenobite” e “The Shoulder Of Orion”. Atoragon, membro della band italiana Strider, attraverso l’introduzione di originali sperimentazioni provenienti dallo stile musicale industrial, dark ed elettronico negli accompagnamenti delle canzoni, ha dato vita a pezzi densi di originalità e di innovazione. La cantante riesce ad adeguare perfettamente le sue doti vocali al contesto stilistico-musicale del cd. Gli unici difetti sono le cover di “A Rose In The Wind” e “Hold Me, Thrill Me, Kiss Me, Kill Me”, che non sono molto convincenti all’orecchio dell’ascoltatore. Un album interessante dal punto di vista stilistico-musicale.
Voto: 7/10
Lara Calistri

Contact
www.facebook.com/pages/Wisteria/117021795018815
www.reverbnation.com/wisteria
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild