Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - White Wizzard
:: White Wizzard - High Speed GTO - ( Earache Record - 2009)
Non c’è che dire… “High Speed GTO” è un bell’album!
Lo scopo della band, formatasi a Los Angeles per volontà del bassista/chitarrista Jon Leon, era quella di far fare a tutti coloro che avrebbero ascoltato i loro pezzi, un salto indietro nel tempo, fino agli anni del grande Metal.
Ci riescono con “High Speed GTO”, album prodotto dalla Earache Records; in tutte le canzoni, dalla traccia che da cui è tratto il titolo “High Speed GTO” fino a “Red Desert Skies”, si mischiano sonorità Hard Rock ed Heavy Metal nel classico stile made in USA, servendosi di muse ispiratrici del calibro di Iron Maiden, Judas Priest, Deep Purple, Ozzy Osbourne e D.I.O.
Sono carichi, hanno energia da vendere, il ritmo e il sound dell’album sono sempre alti, senza cadute o abbassamenti di tono, riuscendo ad imprimere in ogni canzone qualcosa di diverso e nuovo, senza allontanarsi troppo dal seminato che la stessa band ha tracciato per la propria carriera musicale.
E la voce di Wyatt Anderson sembra uscita direttamente dai vecchi LP degli anni ‘80.
Se i White Wizzard riusciranno a mantenere invariati i loro propositi e al contempo a non cadere in noiose cover di pezzi storici e conosciuti, scopiazzandone i testi e gli arrangiamenti, a non commercializzarsi e a crescere artisticamente, daremmo il benvenuto ad una nuova band vecchia maniera, visto che in fondo, la vecchia scuola è sempre la migliore.
Voto: 7/10
Freddie. A.

Contact
www.myspace.com/whitewizzard
:: White Wizzard - Over The Top - (Earache Records – 2010)
Credo di poter dire che il giochetto di rilanciare il sound tipicamente NWOBHH alla Earache non sia riuscito, a differenza di quello che è capitato con il thrash. Evidentemente i White Wizzard non valgono i Municipal Waste. Detto questo, non mi va di considerare i WW come una scoria di una operazione commerciale non riuscita. Il gruppo pur rifacendosi pedissequamente agli Iron Maiden (ascoltate il basso su “Live Free Or Die” e “Iron Goddess Of Vengeance”), alla fine fanno un metal più onesto della miriade di cloni degli In Flames. Sono ricchi di entusiasmo, energia , perché no, allegria. Questo disco, così come il precedente (in realtà un Ep di lunga durata), è anacronisticamente piacevole. Zeppo di luoghi comuni, farà storcere la bocca a chi ritiene il metallaro un poco di buono e a chi ascolta metal intellettualoide per farsi figo con gli amici. Chi invece non rinnega le proprie radici ed è ben conscio che tutti abbiamo iniziato ascoltando Iron Maiden e Judas Priest, si divertirà non poco. Poi si può discutere sulla qualità dei brani, ma per farlo bisogna prima ascoltarli. Per questo vi dico: dedicate un’oretta a questo album, chissà che non riscopriate antiche passioni mai sopite… Nell’edizione limitata il cd contiene due cover: “Gates of Gehenna” (Cloven Hoof) e “Heading Out To The Highway”.
Voto: 6,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.whitewizzard.net
www.myspace.com/whitewizzard
www.earache.com
<<< indietro


   
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild