Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Warlock
:: Warlock - Hellbound - (Metal Mind – 2011)
Tornano disponibili, nell’ormai consueto formato digipack della Metal Mind, Helbound, True As Steel e Triumph And Agony, rispettivamente secondo, terzo e quarto album dei Warlock. La band tedesca, nota soprattutto per la militanza nelle proprie fila dell’icona rosa del metal per eccellenza, Doro, nell’arco di soli quattro album (il primo disco, Burning The Witches non è stato ristampato) è riuscita nell’impresa di rendere indelebile il proprio nome nel pantheon del metallo pesante. Hellbound, uscito originariamente nel 1985, in piena epoca thrash, è probabilmente il disco più pesante del combo. Ma questo non significa che nelle nove tracce originali del disco (la ristampa contiene anche due bonus: “Hellreiser” e “Hellbound (Live)”) non siano presenti quei germi che hanno contribuito ai buoni successi commerciali dei lavori successivi (soprattutto di TAG): melodie, cori accattivanti e la voce ruvida di Doro. Però, sin dalla copertina “nebbiosa”, si intuisce come la band abbia optato per soluzioni più “ocure” sin dal’iniziale “Hellbound”. Altri classici contenuti nel disco sono “Eartshaker Rock”, “Wratchild” (nulla a che a fare con l’omonimo pezzo dei Maiden) e la tradizionale ballata Warlock, “Catch My Earth”. In questo disco sono contenute alcune di quelle caratteristiche che poi saranno sviluppate dalla prima ondata di band power tedesche (Halloween, Rage e compagnia bella). Probabilmente non l’album più conosciuto del gruppo, ma senz’altro uno dei migliori dischi di metal europeo anni 80.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/warlockhellbound
www.metalmind.com.pl
:: Warlock - Triumph And Agony - (Metal Mind – 2011)
Mai titolo di un album fu più azzeccato di quello scelto dai Warlock per il proprio quarto lavoro (oggi ristampato in versione limitata dalla Metal Mind). Il trionfo fu certificato dall’ingresso in posizioni alte nelle classifiche che contano (USA e UK), mentre l’agonia (o meglio decesso) fu segnato dalla dipartita di Michael Eurich e Niko Arvanitis, con conseguenti beghe legali sul nome che portarono allo scioglimento-cambio di nome in Doro (che i Warlock fossero innanzitutto Doro è lampante, basti guardare copertina e retrocopertina di TAA dove è immortalata la sola singer e non l’intera combriccola). Dal punto di vista strettamente musicale, questo quarto lavoro è contrassegnato dal fiorire di qui semi di commercialità già presenti in True As Steel. Evidentemente il successo televisivo del singolo tratto da quel disco, “Fight For Rock”, indicò ai tedeschi la strada da seguire: “Metal Tango”, “Fur Immer” e, soprattutto, “All We Are” diventarono dei veri e propri tormentoni su MTV. Parte dei vecchi fan abbandonarono il combo, ma una mare di nuovi furono conquistati. L’America fu girata in lungo in largo in compagnia di Megadeath e Sanctuary, il Vecchio Continente era già stato conquistato anni prima. Tutto girava alla perfezione, ma il giocattolo si ruppe con l’abbandono di cui sopra. Nonostante fosse pronto il quinto album (i Warlock ne rilasciavano uno all’anno), gli avvocati bloccarono tutto. Il disco uscì in un secondo momento a nome Doro. Ma la magia ormai era finita. Pur rimandando su buoni livelli di notorietà, la bionda cantante non riuscirà mai più a eguagliare successi e vendite della sua prima band (nonostante una svolta grunge\\alternative negli anni novanta e un successivo ritorno al metal più sdolcinato). Il capitolo più recente della storia di Warlock è contraddistinto da una momentanea reunion per alcuni concerti a metà anni duemila, che si sono rivelati un nulla di fatto (niente nuovo album). TAA rappresenta uno degli momenti più alti raggiunti da un certo di tipo di metal, per questo motivo deve essere presente nella discografia di ogni metallaro che si rispetti.
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/warlockhellbound
www.metalmind.com.pl
:: Warlock - True As Steel - (Metal Mind – 2011)
True As Steel, terzo lavoro dei Warlock datato 1986, non si pone solo cronologicamente tra Hellbound (1985) e Triumph And Agony (1987), ma anche stilisticamente. In questo album si ha la netta sensazione di passaggio da un’epoca più cruda e metallica a quella più commerciale. Le ruvidezze contenute nei primi due album si stemperano a favore di melodie più commerciali e radiofoniche. Non a caso questo lavoro diventò un successone negli Usa, soprattutto per merito dell’hit “Fight For Rock” passata in heavy rotation sulla neonata MTV. Tra Judas e Quiet Riot, tra Europa e Stati Uniti: l’anima power del lavoro è rappresentata da song quali “Mr. Gold” e “Midnite In China”, mentre quella più leggerà è bene delineata dalla ballatona “Love Song”. Ovviamente in questo album a condurre le danze è quella strega di Doro, sempre più personaggio e simbolo della band, anche se con alterne fortune. Infatti se i buoni pezzi non mancano, l’album si presenta globalmente disomogeneo e meno interessenza rispetto agli altri della discografia dei tedeschi. Comunque questa ristampa della Metal Mind riporta le luci dei riflettori su questa opera, rendendola più interessante con l’aggiunta di ben tre bonus: “You Hurt My Soul”, “Turn It On” ed “Evil”. True As Steel è una album utile, non fondamentale, per completare la propria collezione di lavori griffati Warlock\\Doro.

Contact
www.myspace.com/warlockhellbound
www.metalmind.com.pl
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild