Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - W.E.T.
:: W.E.T. - Rise Up - (Frontiers Records - 2013)
Secondo capitolo di questo progetto... devo essere sincero il primo cd mi era sfuggito, l’ho riesumato ma non mi ha più di tanto emozionato, passando per un progetto basato solo sui i nomi che vanno a comporre la band.
Ma ora facciamo finta che il loro primo capitolo non sia mai uscito, o meglio vediamolo come un rodaggio che oggi ha dato i suoi frutti; comunque sia, mettiamo il caso che “Rise Up” sia il loro primo cd.
Uniamo l’eleganza di Work Of Heart, il bellissimo class metal degli Eclipse e la fantastica voce dei Talisman, ovverosia Mr. Jeff Scott Soto, ed ecco W.E.T., bellissimo progetto di altissima qualità.
L’unione di queste band dà alla luce un cd dalla bellezza incredibile, fatto da emozioni di ogni genere, piazzando un A.O.R. che da anni non ero abituato ad ascoltare, risultando allo stesso tempo al passo coi tempi.
Bellissimo il brano apripista “Learn To Live Again” dove il mitico Soto (uno dei migliori cantanti rock del mondo) duetta col bravo Erik Martenson dando alla luce un brano dall’eleganza che da anni non ascoltavo, accompagnato da un bellissimo videoclip.
Ma altrettanto bella la title track “Rise Up”, brano che ricorda “Prism”, il primo album di Jeff Scott Soto che avrò ascoltato un’infinità di volte; per arrivare al ballatone “Love Heals” dove più che mai l’elegante connubio di questi signori si fa strada per dare alla luce un brano che ricorda tantissimo le ballate targate Bad English specie all’arrivo di un solo reminiscente del mitico Neal Schon.
Questo “Rise Up”, secondo cd dell’armata W.E.T., è un disco che fa sognare ma fa anche rivivere emozioni a tutti gli amanti del campo, grazie a una produzione pulita e potente che rende ogni nuovo ascolto sempre più piacevole.
Che dire in conclusione… in altri tempi questo cd sarebbe stato nelle chart di Billboard come tante band che presero piede negli anni ‘80, ed è per questo che lo promuovo a pieni voti ritenendolo eccezionale!
Voto: 9/10
Antonio Abate

Contact:
www.facebook.com/TheBandWET
:: W.E.T. - Wet - (Frontiers - 2009)
Questi W.E.T. non sono altro che un progetto studiato del tutto a tavolino e che uscisce tre grossi artisti del calibro di Robert Sall dei Work Of Art, Erik Martensson degli Eclipse ed il noto Jeff Scott Soto meglio conosciuto per la sua militanza nei Talisman ed ancor di più per il suo passato con il mitico Malmsteen. Essendo quindi questo un prodotto commerciale, a livello di sonorità vedendo i musicisti coinvolti, viene facile capire a cosa ci troviamo di fronte, ovvero ad un disco di puro e semplice hard rock di stampo completamente melodico e dalle tinte A.O.R., con trame scontate e facilmente prevedibili. Questo \"Wet\", è quindi un disco dai contenuti semplici, che gode di un buon impatto e che risulta ampiamente facile da assimilare, tanto che basta un primo ascolto per comprenderlo fino in fondo. I contentuti tecnici sono assolutamente egregi e la produzione per dischi come questo, non può che essere impeccabile, puntando su un suono pulito ed anche all\'avanguardia. A livello di componimenti, le influenze sono impostate su band come Journey, Whitesnake ed anche Survivor soprattuto nella parti più commerciali. Le canzoni nel complesso sono buone e giovano della grande professionalità dei musicisti coinvolti, anche se come in ogni disco ci sono episodi che prevalgono su altri, \"Wet\" infatti parte bene, con le prime canzoni che si dimostrano di un livello che va ben oltre la media generale, ma successivamente si perde nella monotonia del già sentito, perché alla fine di prodotti come questi in giro ce ne sono un\'eternità e fondamentalmente i W.E.T. non scoprono nulla di nuovo. Disco quindi consigliato esclusivamante ai fruitori di queste sonorità.
Voto: 6/10
Maurizio Mazzarella

Contact
www.frontiers.it
<<< indietro


   
Banana Mayor
"Primary Colors Part I: The Red"
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild