Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Voltage
:: Voltage - A World beyond... - (Autoprodotto)
Che dire. Quando una band suona insieme da più di dieci anni ci si può aspettare davvero di tutto. Non è scontato che si possano realizzare anche delle porcherie. Questo non è sicuramente il caso dei Voltage che vantano una carriera ultra decennale (tredici anni per la precisione) e che oggi si presentano con “A world beyond…”un lavoro che definirei veramente ottimo e di grande gusto, concepito in collaborazione con Anton Chaney dei famigerati Death SS. I Voltage propongono un sound molto post metal, orecchiabile e pieno di fantasie a cavallo fra un thrash molto energico ed impennate dark.
Ma la cosa più interessante è anche l’uso delle drum machine, che probabilmente farà storcere il naso a parecchi defenders. Niente di più errato. I Voltage probabilmente sono una delle poche band che oggi come oggi fa un uso disciplinato e dosato di campionature e drum machine al fine di non inquinare il proprio sound decisamente pesante.
Basta ascoltare pochi brani per rendersi conto della sinergia e della compattezza fra i vari membri della band che dimostra uno spessore tecnico e compositivo veramente notevole. Primeggiano infatti le grandi doti del chitarrista Dave Straccia e del bassista Raffaele Bassetti dotato veramente di un ottimo groove. Le dodici tracce presenti sul promo denotano uno stile veramente variegato e pieno di coloriture fantasiose e quindi non solo post metal, non solo thrash, non solo striature dark ma anche qualcosa di progressive ed, in alcuni passaggi, e nella fattispecie in “Somewhere Memories”, alcuni elementi decisamente death. Veramente interessante anche “Deep inside of me”, un brano che cattura decisamente grazie al suo stile cangiante: un intro molto simile alle melodie sepolcrali degli Alice in Chains che poi cede il passo ad un’esplosione post-metal dalle tendenze molto “new”.
Nel complesso “A world beyond…” è un prodotto veramente notevole per la tecnica e la creatività profusa nelle dodici tracce, il che denota una maturità musicale ampiamente conseguita.
Sicuramente una band da seguire.
Ottimo.

AN

Contact
www.davewarrior.altervista.org
Avantgarde: 338/1428483
Dave Warrior: 328/4831966
Raf: 339/6212862
<<< indietro


   
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"
Night Demon
"Darkness Remains"
Au-Dessus
"End of Chapter"
Downcast Twilight
"Under the Wings of the Aquila"
The Match
"Just Burn"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild