Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Vis
:: Vis - Vis et Deus - (Jolly Roger Records - 2016)
La band Vis viene fondata nel 1984 dal batterista Mario Rusconi (Mia Martini e Trinidad) e dal chitarrista Marco Becchetti, al tempo chitarrista dei Panama, primo gruppo di Sarah Jane Morris. A loro si aggiungono Johnny Salani alla voce, nome altamente risonante all’interno della dimensione hard & heavy italiana per i suoi trascorsi con la Strana Officina, dotato di un notevole carisma, di una timbrica potente, ricca di esperienza e di una innata predisposizione al ruolo di “front-man\" ed il bassista Gino Ammaddio, che contribuiscono a creare un feeling che rende il sound della band estremamente fluido, potente e dinamico. Queste otto tracce, registrate come demo-tape autoprodotto, valgono ai Vis un contratto con la Promosound nel 1986 per un disco che non vedrà mai la luce. Il brano “Maria Stuarda” viene utilizzato per la compilation “Rockin Italy” del 1986 mentre “Rocker Batti il Tuo Pugno” per “Not Just Spaghetti and Mandolini” del 1987. Completamente rimasterizzato, “Vis et Deus” è un disco dove cuore, passione, forza (traduzione di vis dal latino), feeling e la voce possente ed inconfondibile di Johnny Salani, insieme ai suoi testi accattivanti, sono gli ingredienti fondamentali che riescono a creare un sound potente e magico. Tasto play e via… “Maria Stuarda” è un brano che mescola la scuola italiana (Strana Officina su tutti, naturalmente) e i mitici Saxon; la seconda traccia (“Lacrime nella Pioggia”) è una sorta di ballad più legata a suoni classici e hard rock. “Inno al Rock” è un vero inno alla nostra musica preferita, bello i lavoro delle chitarre! E tutto scorre tra suoni e atmosfere anni ’80… e a chiudere questo lavoro c’è la titletrack, un bel brano di hard & heavy, che merita di essere ascoltato e riascoltato! Come sempre, complimenti alla Jolly Roger Records per aver riportato alla luce un altro disco importante per la scena italiana – continuate così! E allora, supportate la scena italiana; supportate la scena hard & heavy tricolore, non ve ne pentirete.
Voto: 7/10
Giovanni Clemente

Contact
www.jollyrogerstore.com
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild