Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Vidocq
:: Vidocq - Vidocq - (Andromeda Relix - 2012)
Nuova uscita in casa Andromeda Relix, questa volta non si tratta di una ristampa di qualche gemma dimenticata da tempo, ma di un album di una band appena formata. I Vidocq, che prendono il proprio nome da un ladro gentiluomo – a metà strada tra Lupin e Jan Bal Jacques – vissuto in Francia nell’800 (qualche anno fa è stato anche girato un film sulla sua vita avventurosa), in qualche modo però confermano la linea stilistica della AR: il leader della formazione, il vocalist Enrico Rigolli, ha infatti trascorsi nel gruppo hard rock Purple Angels, compagine attiva a cavallo tra gli ‘80 e i ‘90. A dargli man forte ci pensano Graziano Picco (chitarra), Alex Quagliotti (batteria) e Massimo Martinetto (basso). Dal punto di vista stilistico l’album è a metà strada tra hard rock melodico e prog, un qualcosa che si avvicina a quanto fatto dai Kansas. La produzione è abbastanza ruvida e non sempre convincente. Credo che dei suoni più “pomp” avrebbero garantito una resa migliore. Però se si supera questo aspetto puramente tecnico, restano un manciata di song pregevoli, in particolare la purpleiana “Polvere Da Sparo”, “Cuore Nero” e “Volo”, canzone che non sfigurerebbe nel songbook di Branduardi. Capitolo a parte merita la title track, una sorta di ballata alla francese che m’ha ricordato la vecchia sigla di Lupin. Ad arricchire il tutto compaiono una serie di ospiti illustri: Aldo Tagliapietra (Orme) e Vittorio De Scalzi (New Trolls) prestano le proprie voci su il “Volo Del Falco”, Laura Conti su “Vidocq”, Jacopo Meille (Tygers Of Pan Tang e Mantra) in “Volo” e “Genesi”, Elio Maugeri (Elektradrive) “Contro il Tempo”. Ma non finisce qui, anche Francesco Bottai e Simone Falovo (Elektradrive) hanno dato un “mano” alle chitarre, mentre gli Elektradrive al completo hanno cantato i cori di “Resta Tra Gli Dei” e “No Time No Space”. Quest’ultima cover di un pezzo di Battiato che chiude l’album con l’altro tributo, questa volta al Banco, “750.000 Anni Fa L’amore”. Entrambi i pezzi sono suggestivi e non fanno rimpiangere gli originali. Un lavoro in cui non tutto funziona perfettamente (leggi produzione), ma che ha più chiari che oscuri. Un buon debutto che traccia un solco di continuità tra il passato e il futuro della scena rock nostrana.
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact:
www.andromedarelix.com
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild