Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Vagh
:: Vagh - Into the future zone - (Autoprodotto)
Simpatici, tecnicamente messi bene ma decisamente ripetitivi ed un po’ noiosi.
I Vagh propongono in questo cd, decisamente ben prodotto, un AOR molto canonico intervallato da qualche inserto elettronico, posto a rendere il sound decisamente pacchiano, cotonato e 100% anni ottanta. Ritornellosa fino allo svenimento, questa allegra ensemble nordeuropea risulta una band di classico e stereotipato genere senza alti ne bassi, risultando decisamente ignava da molti punti di vista. Niente da ridire sullo stile e la pulizia di suono veramente corposa e satura ma è una miscela che, a mio parere, non riesce ad esplodere.

MURNAU

CONTATCs
www.vagh.net
vagh.net@vagh.net
:: Vagh - Sand of Time - (Autoprodotto)
Il chitarrista svadese Robin Vagh forma i Vagh nel settembre del 2000 per realizzare quel sogno nato nella metà degli anni \'70, quando iniziò ad avvicinarsi alla musica e alle sonorità di band tipo Black Sabbath, Led Zeppelin, Deep Purple fino alla NWoBHM, l\'AOR.
Iniziò a suonare e formò la sua prima band nel 1979.
Oggi con i Vagh cerca di ridare vita in svezia alla NWoBHM e l\'AOR, che ormai sono completamente dimenticati.
Brani brevi e diretti, ben arrangiati, ritornelli che subito si stampano in testa, gli ingredienti ci sono tutti, peccato che la registrazione, in alcuni casi, non è tra le più adatte, sono state fatte delle scelte non opportine per il genere proposto, comunque tutto sommato può andare.
Spiccano sicuramente le ottime doti di songwriting della band e in particolar modo di Vagh con gli ottime ritmiche e i coinvolgenti assoli, perfetto il vocalist, Jonas Blum, riesce ad esprimere il meglio in tutti i casi con la sua calda e avvolgente voce, affascinante il gusto del suono proposta dalle tastiere di Tom Rask, in classico stile anni \'70, nulla di estremamente eccitante il lavoro svolto da batteria e basso.
Tutto sommato un buon lavoro che può essere sicuramente migliorato in qualche arrangiamente, in alcuni casi alcuni accostamenti tra stili musicali diversi sono troppo azzardati. Sicuramente meglio la scelta dei suoni in fase di registrazione.
Per i nostalgici è certamente un lavoro da ascoltare.

BF
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild