Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Unwise
:: Unwise - One - (Autoprodotto - 2013)
Gli Unwise arrivano dalla provincia di Milano, sono attivi dal 2006 ed oggi pubblicano “One”, un album di Prog Metal. Naturalmente, quando si parla di Prog Metal la prima domanda che ci poniamo è: suonano alla (o copiano i) Dream Theater? Sospiro di sollievo… no. La band non suona alla Dream Theater! Anzi, la band cita Queensryche e Fates Warning come influenze; per il sottoscritto, il sound proposto si avvicina agli ultimi lavori dei (citati) Fates Warning e alla scena prog tedesca (ad esempio agli Everon, una band ingiustamente sottovaluta). Partiamo dalla bellissima copertina, un interessante concept (in bianco e grigio) dove una farfalla è collocata a metà tra un codice a barre ed un’impronta digitale… davvero un bel lavoro ad opera di Mauro Colombo, bassista della band! Tornando all’album, accostiamo gli Unwise a quei gruppi (come appunto le band teutoniche) che non curano solo la tecnica (il mondo è pieno di musicisti masturbatori con i propri strumenti…) ma anzi si occupano di tutti i dettagli (melodie, chitarre, ritmi) in ogni sfumatura, con pulizia e cura. Dopo una brevissima introduzione di sottofondo ecco arrivare “R.E.M.” (un po’ una seconda introduzione al disco) che introduce poi “The Vision”, il primo vero brano, dove si iniziano ad esaltare le chitarre e i suoni prog della band (non dimenticando le voci delicate di Luca Zoltini). Poi ancora, c’è un’alternanza di brani in cui la band si fa più delicata (senza dimenticare le incursioni elettriche) e altri in cui è la matrice metal a farsi esplosiva. Un disco che merita più ascolti, anche con molta calma, per captare le sfumature e immergersi nel concept che gli Unwise ci ‘raccontano’! Non un track by track, questa volta, perché è un disco che merita l’attenzione dei media e dei fan del genere (e non solo). Nell’ultimo brano (“One”) Luca canta: “Don’t follow me – I’m not a prophet”… io invece vi invito a seguirli, profeti o no: gli Unwise con il primo disco sono promossi!
Voto: 8,5/10
Giovanni Clemente

Contact:
www.facebook.com/UnwiseBand
<<< indietro


   
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild