Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Tormenta
:: Tormenta - Tormented Souls - (Tormenta/Rock N Growl – 2011)
Prima considerazione di rito: metal dalle Maldive? Ebbene sì. Non arricciate il naso cari lettori, specie perché l’accostamento “spaghetti, pizza e mandolino” ha impregnato ben bene il giudizio sulle releases italiane per vari decenni prima che il nostro stesso Paese iniziasse ad essere considerato seriamente in ambito metal. Veniamo dunque a questo quintetto proveniente dall’Oceano Indiano, che mostra di aver assimilato dettami provenienti da sponde ben distanti, quella atlantica del Brasile e quella pacifica della Bay Area californiana. Sei in tutto le tracks dell’ep “Tormented Souls”, apripista di un full-lenght in uscita nel 2011 con ottime premesse. In particolare, i Tormenta non nascondono il loro amore per i Megadeth, espresso a piene mani nei riff della opener “Judgement”, nonché nei solos reminiscenti – fino al limite del plagio – di quanto teorizzato da Mustaine e soci negli anni ’80 e ’90 (siete curiosi? “Into the Lungs of Hell” e “Killing Road” le fonti di ispirazione. Controllate, controllate…). Vocals abrasive e chorus incisivi completano il quadro di una band che non lesina di premere sull’acceleratore, anche grazie ad un drumming puntuale e preciso. “Hours of Darkness” si apre con uno di quegli stacchi apocalittici che hanno fatto la fortuna dei Testament, per poi evolversi verso sonorità più recenti, ad onorare la definizione di “New Age Thrash Metal” di cui la band si fregia. Se possibile, il crossover tra vecchio e nuovo si compie anche attraverso la scelta dei riff per “Illumi Nation”: passaggi intricati alternati a pennate rocciose, con l’assolo a coronare il tutto. Con “Defy” e “Hanged Drawn and Quartered” sono gli Slayer a fare capolino, sempre reinseriti in un contesto rinnovato e con il singer Mu-k a rappresentare il marchio riconoscibile della band. Un cantato se vogliamo orientato verso il thrash europeo, ma con un tocco di essenzialità sudamericana che avvicina il sound del gruppo a latitudini affini. Visto che alla fine l’ambiente influenza l’arte? Una considerazione questa lungi dall’essere settaria, ma orientata al riconoscimento della validità della proposta senza giudizi aprioristici, che nel caso dei Tormenta lascerebbero davvero il tempo che trovano: siamo di fronte ad una band che fa della professionalità la sua bandiera e riesce a colpire nel segno, se si eccettuano alcuni episodi in cui la proposta appare un po’ ripetitiva e schematica dal punto di vista ritmico. Insomma, aspettiamo fiduciosi il full-lenght…
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.myspace.com/thetormenta
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild