Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Tomydeepestgo
:: Tomydeepestgo - Chronophage - (Subsound Records – 2009)
Dopo circa due anni tornano sulle colonne di R&W i Tomydeepestego. Questo è il lasso di tempo intercorso tra la pubblicazione del debutto Odissea e questo nuovo Chronophage. Registrato, missato e masterizzato tra febbraio e aprile presso Hombrelobo Studio (Roma) da Valerio Fisik, Chronphage riprende il discorso lasciato in sospeso dal suo predecessore. Infatti quella “instabilità” artistica presente in Odissea è qui confermata, anche se mutata. Forse meno “fumoso”, questo nuovo album contiene le stimmate della sperimentazione e della ricerca, e sopratutto quel fascino al limite della psichedelica, che rendono i Tomydeepestego una mosca bianca nel panorama musicale italiano. Ancora una volta è complicato scegliere un brano, non tanto perché l’album sia coeso, ma per il motivo contrario: il contenuto di Chronophage è un fluido che cambia forma di volta in volta. L’assenza del cantato non rende facile l’ascolto dell’album a chi si pone in modo distratto o superficiale; chi cerca le sfumature e i ricami, qui ne troverà a iosa. Ben tornati Tomydeepestego.
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.tomydeepestgo.com
www.subsoundrecords.it
:: Tomydeepestgo - Odyssea - (Subsound Records – 2007)
Un suono pesante, denso, avvolgente, ma al contempo rarefatto, etereo ed onirico. Sono queste le sensazioni percepite appena si inserisce nel lettore il cd degli italianissimi Tomydeepestgo e parte la riproduzione dell’evocativa “Euskadia”. Musica sperimentale, molto affine a quella di band quali Isis e Sleep, ancorata nello stoner, che tuttavia non raggiunge mai picchi di furia o schizofrenia fini a se stesse come a volte accade nei dischi di Neurosis e Godflesh. Qui ogni nota ed ogni accordo sono frutto di un calmo e lungo ragionamento, volto ad ottenere composizioni lunghissime, articolate e cervellotiche, tutte unicamente strumentali. E’ l’assenza assoluta di una qualsivoglia forma di cantato a rendere particolare e quasi magico questo disco, dai cui solchi permea un muro sonoro che avvolge l’ascoltatore in un’atmosfera psichedelica, che al sottoscritto ha trasmesso le stesse emozioni dei dischi di Alice In Chains e primi Pearl Jam nonostante ci si muova si coordinate stilistiche lontane anni luce dal giunge di Seattle. “Euskadia” e “Mediterraneo” valgono da sole l’acquisto di “odissea”, un album indubbiamente fuori dai canoni e di un’originalità disarmante.
Voto: 8
Marco Cramarossa

Contact
www.tomydeepestgo.com
<<< indietro


   
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"
Night Demon
"Darkness Remains"
Au-Dessus
"End of Chapter"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild