Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - The Ossuary
:: The Ossuary - Post Mortem Blues - (Supreme Chaos Records - 2017)
“Viva l’Italia” cantava il nostro Dylan italiano e anche se io mi professo internazionalista mai come questa volta debbo dire “viva l’Italia del metal”. Il motivo? La scoperta di questi The Ossuary, baresi di nascita (ecco chi sono questi splendidi musicisti: Stefano “Stiv” Fiore alla voce, Domenico Mele alle chitarre, Dario “Captain” De Falco al basso e Max Marzocca dietro le pelli) che dopo anni di gavetta in vari gruppi nostrani, Natron per esempio, e un’intensa avventura in sede live durata circa due anni hanno confezionato un disco che ha nella sua ossatura un certo gusto retrò (Rival Sons) sia nel sound che nell’attitudine, con qualche sprazzo di heavy metal classico (Iron Maiden); ovviamente “Post Mortem Blues” deve anche molto ai padri del doom quali Black Sabbath, Pentagram, Saint Vitus. Il blues dell’oltretomba è, con la sua squisita copertina, un album che sa di trionfo della morte, che ha visioni oniriche di viaggi tra luci di candele e fumosa nebbia dell’aldilà. Già dalla prima traccia di partenza, “Black Curse”, si ha quella sensazione di groove, quel cantato che sfiora il blues-doom più ombroso che ha nel finale un gusto quasi maideniano. La prossima canzone, “Witch Fire”, ci riporta magicamente a cavallo tra i ‘70 e gli ’80 avendo nell’arpeggio iniziale quel lucido e sempre benvenuto richiamo ai Thin Lizzy, cavalcando verso lidi lontani senza voltarsi indietro. La nebbiosa “Blood On The Hill“ ha un’anima splendidamente uscita dai primi gruppi stoner con nel finale quei riff grassi, massicci e aperti ad ogni elucubrazione mentale. Arriviamo a “Graves Underwater”, con il suo incedere tipicamente figlio del sabba nero era R.J.Dio, tra un finale ancora una volta epico e un lavoro davvero interessante della chitarra, molto blues negli assoli. La title track non dispiacerà agli amanti dei Queens Of The Stone Age, per il piglio ruffiano delle linee vocali (ci si ritrova a canticchiarla dopo il primo ascolto), e come potenziale hit avendo nel basso pulsante la riconoscenza a quel geniaccio di Nick Olivieri e nel cantato echi mai nascosti di Tony Martin. “The Crowning Stone” è un mid tempo tipicamente doom vecchio stampo (Saint Vitus) che fa emergere ancora di più la vena retrò soprattutto nella sezione centrale della canzone. “Evil Churns” è un altro lento corteo lugubre fatto di scariche sulfuree, costruendo una specie di circo maligno che puzza di diabolico arrivando ad un finale stregato. “The Great Beyond” chiude degnamente l’album con le sue visioni doom, blues e rock oriented, ed è la summa di tutte le altre canzoni contenute in questo meraviglioso concentrato di emozioni retrò, confermando la bontà di un lavoro, sicuramente e purtroppo solo di nicchia, che ci risveglia da quel mondo sordo della quotidianità, immergendoci nel brodo primordiale di un sound ancora vivo e vegeto, accompagnandoci nei luoghi magici oscuri fumosi e brillanti del blues-rock-doom. Dicevamo? ... “Viva l’Italia”, viva gli Ossuary.
Voto: 8,5/10
Daniele Mugnai

Contact
www.facebook.com/TheOssuary
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild