Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - The Ocean
:: The Ocean - Precambrian - (Metal Blade - 2007)
Eccolo qua uno dei dischi dell’anno. I tedeschi The Ocean hanno confezionato un doppio album bello, cangiante e mai noioso, nonostante la lunga durata. “Precambrian” è, infatti, un doppio cd ma scorre via che è un piacere. Se utilizzassi per loro la definizione metal progressive sarei forviante, poiché nelle vostre testoline pensereste subito a Dream Theater e compagnia varia. Però questo lavoro è uno di quelli che fa fare un passo avanti al nostro genere tanto amato. Lo fa progredire. I suoni sono oscuri, pesanti, claustrofobici, ma sono anche caldi, rilassanti e protettivi. In questo disco troverete tutto e di più. Neurosis che incontrano Tool, Nick Cave che va a spasso con i Meshuggah. Certo assemblare questo disco non deve esser stata cosa facile: tre chitarristi, tre bassisti, un quartetto d’archi, un pianista, un batterista e un percussionista (ci manca solo il liocorno, e per il resto ci son tutti) ci son voluti per la realizzazione. Fare una disamina pezzo per pezzo sarebbe un’operazione inutile, il cd va ascoltato in tutte le sue 14 canzoni, magari al buio. Il primo cd intitolato Hadean/Archaean dura 22 minuti, mentre il secondo cd chiamato Proterozoic è di circa 62 minuti. I titoli dei due album sono le due ere principali in cui è suddiviso il Precambriano, mentre le singole song sono le sotto ere di questi due periodi (quanto mi sento Piero Angela quando scrivo ‘ste cose…). Dal punto di vista stilistico i cd ripercorrono i diversi passaggi di queste ere, il primo essendo quello della formazione è più semplice, crudo e sporco. Il secondo quello dell’evoluzione è più curato nei suoni, più complesso e drammatico. I testi sono ispirati ai lavori dello scrittore proto-surrealista Franco-Brasiliano Lautréamont. Una nota di merito va all’artwork di Martin Kvamme. Il futuro del metal passa anche da qua.

Voto: 8,5/10

g.f.cassatella

Contact
www.theoceancollective.com
www.myspace.com/theoceancollective
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild