Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - The Hounds Of Hasselvander
:: The Hounds Of Hasselvander - Midnight Howler - (Rock Saviour - 2015)
Come i mondiali di calcio o un’olimpiade, ogni quattro anni torna Joe Hasselvander con i suoi The Hounds of Hasselvander. Avevo lasciato l’americano alle prese con i Raven, nelle ormai consuete vesti di batterista, e con il loro ultimo album, ExtermiNation, che non mi aveva esaltato. Inutile, il meglio di sé il vecchio Joe lo dà con i suoi mastini (anche perché la fase creativa nei Raven non è a suo appannaggio), quando riesce ad imbracciare una chitarra e far venire fuori il suo amore per i Black Sabbath e il doom in genere. Se nel precedente The Ninth Hour Martin c’erano Swaney e Paolo “Apollo” Negri a dar man forte al chitarrista, rispettivamente al basso e alle tastiere, questa volta Hasselvander ha optato per il vecchio “chi far per sé, fa per tre” (per i live invece è stata annunciata una vera e propria formazione a quattro con TC Toliver alla batteria, Glen Reed al basso e Bob Mitchell alla voce). Così sì è diviso equamente tra voce, chitarra, basso e batteria, per un risultato complessivo che è buono, molto buono, ma inferiore rispetto al lavoro precedente edito dalla Black Widow Records. Joe si dimostra comunque la solita macchina sforna riff, alcuni anche molto convincenti, che vi faranno sbattere su e giù il capoccione lungocrinito. L’essenza dei Pentagram, soprattutto quelli dei due bellissimi Review Your Choices e Sub-Basement, c’è tutta. Il male e il mistero si respirano a pieni polmoni, anche la produzione non proprio patinata aggiunge al tutto un sapore più decadente. Midnight Howler è un disco bello nella sua semplicità, con pezzi più meno tutti allo stesso livello, magari con riff sentiti e risentiti e altrove, ma che ha dalla sua la capacità di entrarti subito in circolo. Attenti alle analisi post-natalizie, potreste trovare elevate dosi doom nel vostro sangue!
Voto: 7/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/The-Hounds-Of-Hasselvander-310739078961132
:: The Hounds Of Hasselvander - The Ninth Hour - (BloodRock Records\\Black Widow Records - 2011)
Joe Hasselvander è uno di quei personaggi oscuri che rendono il mondo dell’heavy metal ricco di fascino. Ha contribuito alla storia del genere che noi amiamo con almeno un paio di album capolavoro, Relentless (1985) e Day of Reckoning (1987), usciti a nome Pentagram. A fare curriculum poi c’è la lunga permanenza nei Raven, ben otto album con loro, e un’infinità di collaborazioni. Poi c’è la carriera solista, quella a nome The Hounds Of Hasselvander, monicker di ispirazione sherlockholmesiana, che è una sorta di continuazione di quanto fatto con Bobby Liebling e compagni sino al 2001. Lo stesso logo della band non lascia alcun dubbio su questo. Quindi la parola d’ordine è una sola: Doom! E sarà una mia impressione, ma la stessa copertina di The Ninth Hour è una sorta di tributo ai Black Sabbath dell’esordio. L’album contiene sette pezzi, Joe si è occupato della voce, della chitarra e, ovviamente, della batteria. Per quanto concerne la voce, il timbro del nostro mi ha ricordato quello del buon vecchio Lemmy, anche se nei pezzi più nmelodici ricorda non poco quella di Ozzy. Per quanto concerne la chitarra, questo lavoro è un’enciclopedia del riff doom, o proto-doom, se preferite. A far compagnia al nostro, troviamo Martin Swaney (basso), Eric \"Orion\" Cabana (basso su \"Heavier Than Thou\" & \" Don\'t Look Around\") e Paolo \"Apollo\" Negri dei Wicked Minds alle tastiere. I sei brani, più la cover di “Don’t Look Around” dei Mountain, saranno un toccasana per tutti coloro i quali sono rimasti delusi da Last Rites, ultimo scialbo album dei Pentagram! Back to the roots!
Voto: 8/10
g.f.cassatella

Contact
www.blackwidow.it
www.bloodrockrecords.com
www.myspace.com/thehoundsofhasselvander
<<< indietro


   
Heir
"Au Peuple De L’Abìme"
Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand
"What Makes You Pray"
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild