Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - The Graftage
:: The Graftage - Secret Garden - (Autoprodotto - 2013)
The Graftage è un progetto death-black italiano composto da Blackheart e Jo. I 2 hanno dato vita a questo vero e proprio album composto da ben 10 tracce, impreziosito anche dalla confezione in jewel case e da un booklet professionale. Secret Garden è un concept basato sulle leggende dei popoli della Mesopotamia, a cui i testi sono ovviamente ispirati. Devo dire che ammirando la copia fisica del disco le aspettative erano alte, ma queste purtroppo sono state tradite dall’ascolto. La prima cosa che risalta all’orecchio è la produzione che lascia molto a desiderare, risultano estremamente predominati le chitarre a discapito del resto, il rullante della batteria è talmente compresso da sembrare una gran cassa... forse troppo trigger o forse addirittura una batteria elettronica, non so... Resta il fatto che i suoni e il mixaggio non sono proprio il massimo. Per quanto riguarda il lato musicale sinceramente non ho ben capito quali sono i punti di riferimento musicali della band, probabilmente non ci sono… infatti non riesco proprio a fare un paragone stilistico con altre band, quindi in linea di massima la proposta sembra essere perlomeno originale, ma ciò che è unico non sempre è anche bello, difatti i The Graftage non sono riusciti a trasmettermi nessun tipo di emozione con la loro musica... Anche a livello di atmosfera generale non si riesce ben a scorgere quale tipo di tinta emotiva i due si erano prefissati di trasmettere… non sento rabbia, non sento felicità, non sento tristezza, non sento epicità: il lavoro risulta difatti sterile e inconsistente. Dispiace accogliere così una band emergente, ma purtroppo (o per fortuna) quando ci si espone al pubblico, possono piovere elogi, ma anche critiche... fa parte del gioco. Degni di nota sono tuttavia i testi cantati in italiano, che risultano scritti discretamente e anche relativamente ben adattati alle musiche, ciò può sembrare scontato ma non lo è affatto! Mediamente le band che si cimentano nel cantato in italiano producono vagonate di ilarità, si tratta di un lavoro molto delicato e complesso. In definitiva ad oggi la sufficienza non c’è proprio. Buona fortuna.
voto: 5/10
Simone Laviola

Contact
www.graftage.net
info@graftage.net
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild