Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Tales of Deliria
:: Tales of Deliria - Beyond The Line - (To React Records - 2011)
Svezia, Svezia, Svezia… deve esserci un filo conduttore invisibile tra Bari e Gothenburg, un qualcosa di avvicinabile al tunnel dei neutrini ipotizzato dalla (ormai ex) ministra Maria Stella, che conferisce un tocco “nordico” a tante bands provenienti dalla città levantina. Questo è vero sia in campo metal, sia in campo (post) hardcore. E d’altronde non è un mistero che lo stesso Anders Friden abbia preso tanto della sua presenza scenica e delle sue scelte vocali proprio dalle bands di post-hardcore con cui gli In Flames sono stati in tour nella seconda fase della loro carriera. Veniamo dunque all’aria di casa nostra, per sollevare il coperchio sotto cui ribolle la proposta dei Tales of Deliria. Profumo buono quanto mefitico, direi. I Tales of Deliria sono una realtà piuttosto longeva del panorama estremo pugliese. Nati nel 2003 come Deliriä, pubblicano il primo disco “Calling from the abyss” nel 2006, un album di ottimo thrash tecnico che raccoglie i favori della critica specializzata. Forti di un’esperienza live fatta di openings per grandi nomi del panorama mondiale, tra cui spicca la recente calata italiana dei leggendari Coroner, i cinque alzano leggermente il tiro con questo “Beyond the line”, dieci tracce che conservano l’amore per la tecnica chirurgica che ha sempre caratterizzato il combo e che al contempo strizzano l’occhio a quella felice combinazione di death e melodia che arriva direttamente dalle fredde lande scandinave.
Ne è esempio l’opener “Under this shroud”, devastante attacco sonoro che unisce la velocità quasi black dei primi Dark Tranquillity con le evoluzioni successive del sound melodic death, nonché la successiva “Beyond the line”, che tesse in poco più di tre minuti complicate trame ritmiche, su cui si erge un lavoro superlativo di lead guitar. “Towards north” assume colori carcassiani, che fanno capolino anche nella groovy “Attack”, sorta di incontro tra lo stile vocale caro a Jeff Walker e i Pantera, il tutto sparato al fulmicotone.
Sono ancora una volta le chitarre di Nicolò Cantatore e Francesco Picciariello a firmare i passaggi più memorabili della raffinata “Anguish fixer” e di “A snatched love”, orientata al suono del classic metal con tempi spezzati nell’intro, e resa ancora più interessante dalle modulazioni vocali a opera di Vittorio “Orion” Bilanzuolo. Probabilmente la band avrebbe potuto osare di più in questo senso, costruendo linee di cantato maggiormente variegate, compito non impossibile grazie all’evidente versatilità del singer. In ogni caso, siamo dinanzi ad un disco interessante, ma forse appesantito da alcune filler tracks che distolgono l’attenzione dell’ascoltatore dalla qualità generale della proposta. È il caso di “One thousand ways to die” e di “In my dry reliquary”, il cui cantato rappeggiante si mostra fastidioso e fuori luogo.
La carica thrash degli esordi, opportunamente rimiscelata, torna sul finale del disco con le due parti di “Ethereal warrior”, costruite su uno schema che ricorda i gloriosi Megadeth di “Rust in peace”: drumming forsennato e assoli davvero in rilevo, con un occhio a stili cari sia al thrash cervellotico del buon Mustaine, sia alle atmosfere orientaleggianti del sempiterno Friedman, per una seconda parte che appare davvero devastante, dall’incipit alla chiusura in progressione, e rappresenta la degna conclusione di un simile lavoro. Che Odino sia con loro…
Voto: 7,5/10
Francesco Faniello

Contact:
www.talesofdeliria.com
www.myspace.com/deliriaita
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild