Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Synthphonia Suprema
:: Synthphonia Suprema - The Future Ice-Age - (Rising Works - 2010)
Ecco arrivare sul mercato, in prossima uscita, il secondo lavoro dei
Synthphonia Suprema, nuova realtà del metal italiano.
Dopo un primo album un po\' acerbo ci presentano un vero gioiello del power-speed moderno, fatto veramente con arte e qualità.
Stupendo concept “spazio futuristico” accompagnato da belle melodie e ritornelli scanzonati, in cui primeggia il tastierista Dany All, virtuoso e grande genio dell’arrangiamento elettronico, particolare che distingue i Synthphonia Suprema dai canoni del genere, soliti ad arrangiamenti più orchestrali.

Devo dire che il disco scivola che è un piacere, grazie anche alla produzione del buon Frank Andiver (Labyrinth, Shadows Of Steel, Wonderland) che ha finalmente trovato un connubio di produzione veramente eccezionale.
I Synthphonia Suprema aprono il disco con l’intro di rito per poi andare subito al sodo con la veloce “Dominatron”, bellissimo brano power-prog molto alla Labyrinth, che si apre con un mid-tempo tanto caro ai Labyrinth per poi atterrare subito su un ritornello ultra speed quasi a ricordare gli inglesi Dragonforce. Come detto in precedenza il bravo Dany All tesse i suoi arrangiamenti elettronici per tutto il disco. Arriviamo al brano “I,Storm”, preceduto da un intro per poi partire spedito a metronomo sostenuto, sempre con ritornelli epici in primo piano e deliziato dalla bella prova del cantante Matkracker, dotato di una voce splendida e premiato per la sua semplicità e per la sua teatralità!

Dopo l’inizio speed si approda al brano “Iced Waterfalls”, pezzo mid tempo che ricorda le bellissime prove dei nostri primi Eldritch , ricco di cambi e di grandi lavori di tastiera; il cantante Matkracker, a mio parere, timbricamente lo ricorda molto Terence Holler degli Eldritch!

Vi assicuro che se vi siete emozionati e entusiasmati con i Labyrinth e i primi lavori degli Eldritch allora questo disco fa per voi, vi fare divertire ed esaltare!
Vi assicuro che questi ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro e non mi meraviglierò se li vedrò presto nei top del power metal mondiale , visto che oggi troviamo tanta gente che sta negli alti fondi e non meriterebbe di starlo!
Voto: 8,5/10
Antonio Abate

Contact
www.synthphoniasuprema.com
<<< indietro


   
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild