Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Synful Ira
:: Synful Ira - Between Hope And Fear - (Logic(Il)logic Records/Andromeda Dischi - 2012)
Non poteva esserci debutto migliore di questo “Between hope and fear” per gli italiani Synful Ira, gruppo nato nel 2007 con l’obiettivo di riportare dal vivo brani di Nightwish e Evanescence. Nel settembre del 2010 con il promo “The hard reality” la band decide di cambiare e dedicarsi a composizioni proprie ed ecco che questa volontà prende piena forma nel 2012 con l’arrivo del primo full-length,“Between hope and fear”, per l’appunto.
L’album richiede vari e attenti ascolti in quanto la materia musicale è tanta (più di quaranta minuti di musica) e soprattutto di qualità.
Il sestetto rivela pian piano, canzone dopo canzone gli elementi che costituiscono il proprio sound, ecco quindi che troviamo nei primi quattro brani una forte presenza delle tastiere, la voce è protagonista, i ritornelli melodici e pieni di respiro; da ascoltare a tal proposito l’indovinatissimo refrain di “Behind the suspect”.
Con “Revenge of mind”, “Inside my fears” e “My friend” il sound della band diventa più oscuro, dalla speranza si passa alla paura, cambia l’approccio stilistico del tastierista Filippo Martignano verso i brani, meno sinfonico; proprio in “Revenge of mind” troviamo il suo primo assolo e nei brani successivi vediamo anche un maggiore uso dell’elettronica e dei sample. Stesso discorso per le chitarre che guadagnano maggior spazio, maggior potenza e iniziano a macinare riff su riff, sempre ottima la sezione ritmica che dà quel qualcosa in più a ogni ritornello, mentre la voce di Letizia Chiozzi continua a tenere alta la dose di melodia nei brani. Ammetto che mi ci è voluto un po’ di tempo per apprezzare la sua prestazione, ma una volta capita l’ho trovata perfettamente nel contesto e priva di sbavature, inoltre il suo timbro porta il gruppo fuori dall’enorme calderone dei gruppi emuli dei Nightwish fase Turunen.
Dopo il breve intermezzo di pianoforte “8.45” ritorna la speranza, e con “New Love”, ”Fatal Temptation” e “Destiny” ritroviamo il suono principalmente melodico di inizio album.
Un ottimo inizio, avanti così!
Voto: 7/10
Enrico Cazzola

Contact:
www.synfulira.com
<<< indietro


   
I Sileni
"Rubbish"
Prong
"Zero Days"
Paradise Lost
"Medusa"
Straight Opposition
"The Fury From The Coast"
Blind Guardian
"Live Beyond The Spheres"
Mother Nature
"Double Deal"
Numenor
"Chronicles From The Realm Beyond"
Beny Conte
"Il ferro e le muse"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild