Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Symphony X
:: Symphony X - Underworld - (Nuclear Blast - 2015)
“Sai, la gente del settore ha parlato di come non vedremo mai più un nuovo “Sgt. Pepper” o un nuovo “Dark Side Of The Moon”... Ho voluto difendere la reputazione del nostro disco, “Underworld” è un album degno di essere ascoltato come un intero album!” E ancora: “In questo nostro nuovo disco, non c’è proprio un concept album (ricorda Michael), ma c’è un tema portante, che collega con la narrazione le undici tracce.” Sono (brevi) frasi estrapolate dalla presentazione del nono disco di questa incredibile band americana, in continua evoluzione – che però, non dimentica le sue radici Prog Metal. Infatti, “Underworld” ci trascinerà tra le sue mille sfaccettature e dai suoi riff di puro Thrash! Ad aprire le danze, in sinfonia c’è “Overture”, che subito ci proietta con “Nevermore” (già ascoltato sul web, in anteprima), che sintetizza le sfumature e i suoni della band, con le citate chitarre thrash. Anche in “Underworld” la chitarra picchia duro, ma in sostanza e come sonorità, è più legata al suo passato – ottimo anche il lavoro della tastiera! Più calma e riflessiva è “Without You”, anche questa più legata al passato – una pausa per le corde vocali d Russell Allen… Poi il disco torna ad alternarsi, tra brani più potenti, più veloci, ma comunque ricchi di sfumature – alla Symphony X, come “Kiss of Death”, “In My Darkest Hour”, “Run With the Devil”, “Legend”; e poi abbiamo anche brani dove è più evidente la tecnica e le sfaccettature più legate al Prog Metal e al trascorso della band, come: “Charon”, “To Hell and Back” (tra i brani più belli), “Swan Song”. Un album da ascoltare, come diceva Michael nella presentazione. In breve, “Underworld” è un ottimo condensato di riff veloci e potenti, tante accelerazioni, ritmi serrati e ritornelli gradevoli – senza aggiungere troppi arrangiamenti sinfonici (certo ci sono, ma meno pomposi rispetto ai vecchi lavori); interessante anche il sound, a tratti di ispirazione ottantiana; e anche Allen ha svolto un ottimo lavoro, variando la sua voce senza problemi; virtuosismi sostenuti e sempre di ispirazione fantasy per il duo Romeo-Pinnella – che li distingue da sempre, tra le migliori Prog Metal band di sempre. “Underworld” segna un ponte tra il Prog, il virtuosismo e il Thrash, con eleganza e bravura – con le dovute differenze, oggi i Mekong Delta hanno dei nuovi rivali! Per concludere consiglio l’acquisto e l’ascolto sia se amate i Symphony X, perché non resterete delusi, e potete comprate ad occhi chiusi… e sia per chi non li conosce… anzi, affrettatevi a farlo!
Voto: 8,5/10
Giovanni Clemente

Contact
www.SYMPHONYX.com
www.facebook.com/SYMPHONYX
www.twitter.com/SYMPHONYX
www.youtube.com/SYMPHONYX
<<< indietro


   
Raging Fate
"Gods of Terror"
Grimgotts
"Lions of the Sea"
Detest
"The End of All Ends"
Vessel of Light
"Vessel of Light"
The Kinn-ocks
"The Kinn-ocks"
Black Hole
"Evil In The Dark"
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2017
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild