Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Sophya Baccini’s Aradia
:: Sophya Baccini’s Aradia - Big Red Dragon - (Black Widow - 2013)
Secondo album solista per la regina del prog nostrano Sophya Baccini. Grande novità di questo Big Red Dragon è la presenza di una vera e propria band – che prende il nome del precedente lavoro della singer, Aradia – che accompagna la cantante (la quale si è occupata anche che delle tastiere e del synth bass): Chicco Accetta alla chitarra, Franceca Colaps alla batteria, Stella Manfredi alla viola e al violino, Milena Striano alle tastiere. In questa operazione c’è la summa dei contenuti di BRG, fatto di passato (lo stile inconfondibile della cantante) e novità (la presenza di un vero e proprio gruppo e non più di semplici turnisti). Ad ispirare il lavoro in questione sono state le opere pittoriche di William Blake (interessante in questo senso leggere all’interno del book tutte le circostanze che hanno portato alla genesi di questo lavoro), poeta e pittore che già in passato aveva ispirato artisti del calibro dei Doors e Bruce Dickinson. La particolarità però di questo album sta nell’aver scelto le opere pittoriche dell’inglese e non quelle poetiche (di solito il rock ha attinto più dal poeta che dal pittore, anche se non mancano long-playing che hanno sfruttato raffigurazioni di Blake come copertina, basti pensare a Death Walks Behind You degli Atomic Rooster). Ad ogni brano corrisponde un’opera diversa, raffigurata accanto ad ogni testo nel libricino corposo che accompagna il cd (alla faccia di chi si accontenta degli mp3!). Dal punto di vista più strettamente musicale, l’album si rifà al tradizionale stile Baccini, prog oscuro con influenze classiche e liriche. Questo è subito chiaro sin dall’intro “William”, ma il gioco si fa serio con la seconda “Angel Of The Revelation”, oscura e drammatica, ma che lascia spazio alla luce nella parte centrale e finale. Il consiglio che vi do è quello di accompagnare l’ascolto con le immagini presenti nel booklet, vi posso assicurare che l’esperienza da un senso di completezza che difficilmente si raggiunge durante la fruizione di un disco. Grandiosa la successiva “Satan”, traccia dal fascino broadwaiano, ricca com’è di teatralità. Il lavoro continua su questa stregua, dimostrandosi nei suoi 13 pezzi vario, pur mantenendo le caratteristiche base citate su. Ad arricchire ogni canzone intervengono ospiti nazionali e internazionali dal grande spessore artistico: Christian Decamps degli Ange, Sonja Kristina dei Curved Air, Aurelio Fierro jr., Elisa Montaldo de Il Tempio Delle Clessidre, Steve Sylvester dei Death SS, Roberto Tiranti dei Labyrinth, Enrico Iglio dei Presence, Irvin e Lino Vairetti degli Osanna. BRD è un disco magico e fuori dal tempo, che, siamo certi, diventerà un classico.
Voto: 8,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.sophyabaccini.com
www.blackwidow.it
<<< indietro


   
Gravesite
"Neverending Trail Of Skulls"
Accept
"The Rise Of Chaos"
Thunder Godzilla
"Thunder Godzilla"
Circus Nebula
"Circus Nebula"
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild