Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Siegfried
:: Siegfried - K - (Blücher Records - 2016)
Fosse per me la classifica di fine anno dei migliori album non metal potrebbe essere già stilata dopo soli tre mesi di questo 2016. Sfido chiunque a far meglio dei Siegfried. Credo che sia impossibile, K è un album stupendo. Di quelli sui quali si possono scrivere fiumi di parole, ma senza poterne comunque catturare l’essenza. K è un album da ascoltare, da mettere nello stereo con la funzione repeat impostata. Al quarto tentativo Giovanni “Leo” Leonardi e i suoi compagni d’avventura hanno tirato fuori il loro capolavoro (impresa non semplice, visto il livello qualitativo altissimo dei tre predecessori), scrivendo un capitolo, che a mio avviso, entrerà nella storia della musica rock italiana. Almeno di quella underground, che se ne frega delle luci dei riflettori. Perché K, come i suoi autori, se ne frega di tutto e di tutti. Suonato in presa diretta, ha dentro di sé l’energia di chi va contro corrente, anche se dall’altra parte c’è l’indifferenza del grande pubblico. Ascoltate tutto di un fiato le 11 tracce di questo lavoro, troverete di tutto, dal kraut allo space rock, e ovviamente non manca una certa vena new wave italiana anni 80, da sempre nelle corde della band. Cura dei particolari, testi intelligenti, package curatissimo. La cover di “Trans Europe Express” dei Kraftwerk non è altro che il convoglio che, alla fine di un viaggio tanto allucinante quanto chiaro, scaraventa l’ascoltatore nel maelstrom finale, al cospetto di strane creature come quella immortalata in copertina (una sorta di teschio-piovra a metà strada tra immaginifico lovecraftiano e il simbolo della marvelliana Hydra), dell’accoppiata “Kenaz Muzik” – “La Notte di Valpurga”. Ed è proprio la dodicesima e fantasma traccia finale (testimonianza registrata nella notte delle streghe del 2015 con un solo microfono ambientale) il picco di K. L’energia musicale dei Siegfried liberata, un vero e proprio orgasmo. Un disco animalesco, istintivo, che traccia un netto solco ideologico tra sé e il precedente e più cerebrale Salmo delle Tempeste, pur mentendo una base culturale forte (basti pensare alle influenze di D’Annunzio e Nižinskij, non proprio degli habitué tra le fonti d’ispirazione delle rock band). Mentre io aspetto stancamente il 2017, ascoltando per l’ennesima volta K, a voi, se non l’avete capito, tocca metter mano al portafogli per far vostro questo capolavoro!
Voto: 9/10
g.f.cassatella

Contact
www.facebook.com/Siegfried-182204431801485
www.facebook.com/blucherrecords
<<< indietro


   
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"
The German Panzer
"Fatal Command"
Appice
"Sinister"
AA.VV.
"Live At Wacken 2015: 26 Years Louder Than Hell"
Salmagündi
"Life O Braen"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild