Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Sieges even
:: Sieges even - Paramount - (InsideOut Music/Audioglobe)
Quando c’è un nuovo album dei Sieges Even no so proprio cosa dire… Da anni, dalla fine degli anni ottanta per maggiore precisione, sono uno dei miei gruppi preferiti. Ogni loro album è un gioiello in quanto “prodotto” (scusatemi il termine brutale-nda) da un manipolo di musicisti con la EMME maiuscola. La sorpresa è che non si ripetono mai e in “Paramount” sfornano un altro album di pregio. Oramai sono i maestri del rock progressivo duro, ma attenti a dare troppe etichette ai Sieges Even. Infatti, lungo i dieci brani che compongono l’ultima loro opera, i nostri non si smentiscono. Suoni curatissimi si sviluppano in un loop senza fine con continue alternanze di momenti dal vario mood… Dovete ascoltarli per rendervene conto… Posso dirvi soltanto che i Sieges Even sono GRANDI!

Emanuele Gentile
:: Sieges even - The Art of Navigating by the stars - (Inside out - Audioglobe)
Dopo otto anni di silenzio, che avevano fatto pensare allo scioglimento prematuro della band, ritornano sulle scene i tedeschi Siege Even con questo cd al titolo davvero bello e con il loro prog rock delicato,tecnico quanto basta e pieno zeppo di belle melodie. In questi otto anni la band non è stata assolutamente ferma anzi ogni membro ha sfruttato questa pausa per affinate il feeling e la tecnica con i propri rispettivi strumenti e questo dobbiamo dirlo giova sempre all’economia del suono se si riesce a sfruttare bene le conoscenze acquisite, come succede in questo caso. A questo punto devo essere sincero con voi non so cosa dire su questo cd, all’ascolto di “The art of navigate by the star” sono rimasto un pò stranito,ma non per la bruttezza del cd o in generale per meriti negativi della band, in quanto il sottoscritto non è molto avezzo a queste sonorità ( almeno che non si parli di sonorità estreme). Se devo essere obbiettivo il cd però mi è piaciuto e non sono riuscito a trovare un brano superiore all’altro in quanto tutti creati eseguiti e suonati in maniera egregia con una delicatezza di fondo toccante. Il cd cresce con il susseguirsi degli ascolti e cambi di tempo, melodie e sonorità di volta in volta si apprezzano sempre più. Suggerirei l’acquisto del cd agli amanti del genere perché sono sicuri che non rimarranno assolutamente delusi dai Siege Seven, per gli altri provate potreste rimanere colpiti in maniera positiva come me. A dimenticavo “Unbrekable” terzo brano del cd inizia con un arpeggio che ricorda paro paro quelli degli Anathena di Alternative 4, la senzasione si presenta diverse volte nel cd infatti il brano successivo “Stygmata” sembra ricordare molto con l’arpeggio iniziale che poi si dipana all’interno del brano sempre gli Anathema, ma quelli del periodo The silent enigma/Eternity, dando quel flavour oscuro in più che rende, se ce ne fosse bisogno, ancora più interessante il cd.

Fabio Calandrino
<<< indietro


   
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"
The German Panzer
"Fatal Command"
Appice
"Sinister"
AA.VV.
"Live At Wacken 2015: 26 Years Louder Than Hell"
Salmagündi
"Life O Braen"
The Outer Limits
"Apocalypto"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild