Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Shivers Addiction
:: Shivers Addiction - Choose Your Prison - (Revalve Records - 2015)
Succede così: distrattamente, dopo un periodo vacanziero di bagordi e testa rigorosamente altrove, si riprende a scrivere e il vecchio adagio ripetuto tipo solfa è sempre quello, alle prime note che seguono il fatidico play: “le band sono tutte uguali”, “basta con la vita da fanzinaro”, “scrivere non dà più le stesse emozioni” e via dicendo. Ovvio, si ricevono vagonate di roba da “smistare” in un modo che ha poco a che fare con il piacere dell’ascolto, sebbene si tenti di mantenere una dimensione per quanto possibile umana, anche a scapito dei tempi di consegna. Per farla breve, era questo il mood con cui mi ero avvicinato a “Choose Your Prison” e, come nelle migliori storie a lieto fine, non poteva essere quello più sbagliato: sì, perché gli Shivers Addiction fanno sul serio, tirando fuori un dischetto dalle suggestioni prog su un sostrato che si richiama chiaramente allo US metal, senza lesinare influenze della gloriosa tradizione italica. Non a caso, a tirare le fila troviamo Gino Pecoraro dei mai troppo incensati thrashers siciliani Nuclear Symphony, mentre dietro il microfono fa capolino una vecchia conoscenza di Raw & Wild, il buon Marco Cantoni, singer dei Cyrax. Un impianto sonoro sicuramente maturo e ambizioso, per una proposta complessa e di sicura efficacia, in grado di mitigare le asperità tipiche del genere con un po’ di aperture melodiche che non guastano affatto. Così, se l’opener “Eternal Damnation” ci catapulta direttamente nel mondo a stelle e strisce disegnato da gente come Queensryche e Vicious Rumors, gli Shivers Addiction non fanno mistero della loro passione per Iron Maiden e Megadeth su brani come “We Live On A Lie”, “Freedom” e “Against We Stand”, brani in cui le classiche aperture figlie della Vergine di Ferro fungono da contrappeso alle complesse architetture di matrice progressive e di ascendenza statunitense che ne costituiscono l’ossatura. Maestria è dimostrata anche sulle melodie spigolose di “Money Makes The Difference” e sull’evocazione sofferta di “Painted Arrow” (qui presente in due versioni), mentre non credo di esagerare se nel caso di “The King And The Guillotine” dico di essere dinanzi ad una piccola gemma, con un po’ di influenze epic/prog di matrice Warlord/Dark Quarterer ma anche King Diamond/Mercyful Fate, e con quei continui cambi di tempo e di tonalità che rendono questo pezzo (ma anche altri) simile ad una piccola suite. Nota a margine: non fraintendete i miei tanti rimandi a sonorità già conosciute come una velata accusa di “derivatività”, quanto piuttosto la constatazione della presenza su “Choose Your Prison” di piacevoli déjà-vu sparsi qua e là in una proposta che risulta inusuale (almeno di questi tempi) e molto interessante, mischiando epicità e tecnicismi in parti uguali. Disco consigliatissimo.
Voto: 8,5/10
Francesco Faniello

Contact
www.facebook.com/SHIVERS-ADDICTION-172493573442
<<< indietro


   
Ancient Empire
"The Tower"
Destruction
"Thrash Anthems II"
Niamh
"Corax"
Death2Pigs
"eMpTyV"
The German Panzer
"Fatal Command"
Appice
"Sinister"
AA.VV.
"Live At Wacken 2015: 26 Years Louder Than Hell"
Salmagündi
"Life O Braen"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild