Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Seven Thorns
:: Seven Thorns - Return To The Past - (Nightmare Records -2011)
Nuovo lavoro per questa power metal band di stampo neoclassico. C\'è da dire che ogni tanto qualcosa di semplice e diretto non fa male , un lavoro senza tanti fronzoli, fatto da strofa, ritornello e dal classico solo di chitarra alla Malmsteen. Ormai siamo invasi dal symphonic, dall\'abuso di prog, dal gothic e da voci sopranili a destra e sinistra! Il vecchio Yngwie è da trent\'anni che usa sempre lo stesso schema e ok può aver stancato, lo ammetto, ma mica sbaglia colpo! E\' sempre in classifica e i suoi concerti sono perennemente pieni zeppi di persone!
Che significa questa premessa? Semplice : i Seven Thorns fanno quello che ha fatto per anni Yngwie Malmsteen, strofa-ritornello-assolo-ritornello e chiusura! Bello se le melodie sono azzeccate, se hai un bravo cantante e, chiaramente, un gruppo veramente preparato e i Seven sono questo! Band eccezionale con un ottimo cantante, Erik “Ez” Blomkvist, vocalist dotato di un timbro veramente caldo, pulito e acuto quanto basta, anche se ricorda molto un altro signore del canto, Oliver Hartmann (ex At-Vance,Avantasia, Hatmann). E a proposito degli At-Vance, il loro storico chitarrista Olaf Lenk , presta le sue doti alla canzone di apertura che si intitola “Liberty”, bella canzone in chiave speed-neo-powermetal che ricorda molto una delle grandi pietre miliari del finire degli anni
90 come, “Only Human” degli At-Vance (ma Hartmann, perché non torna a cantare con gli At-Vance?).
Comunque ritornando ai Seven Thorns, hanno fatto davvero un ottimo lavoro. Pezzi tutti azzeccati, melodie facili all\'ascolto e semplici da assimilare, cosa che oggi molte band difficilmente riescono a fare, impelagandosi invece in sontuosi arraggiamenti orchestrali e cantati troppo poco metallici (nulla contro le gothic metal band, che piacciono anche a me). Ma ogni tanto qualcosa di semplice e diretto fa bene all’udito!
Promuovo in pieno i Seventh Thorns e li ringrazio per il momento di sollievo donato
al mio udito, ormai in confusione a causa delle duemila sfaccettature che oggi il mercato del metal ci regala!
Voto: 8/10
Antonio Abate

Contact
www.sevenththorns.com
www.rockngrowl.com
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild