Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Saturnia Tellus
:: Saturnia Tellus - De Constantia Sapientis - (Autoprodotto - 2014)
I Saturnia Tellus sono una one man black metal band italiana, formata dal carismatico individuo assoluto che corrisponde al nome di Augusto. Prima di parlare di De Constantia Sapientis, mi preme fare una premessa: odio la batteria programmata, soprattutto all’interno di un genere tradizionalista come il black metal... sono un batterista e le batterie programmate a velocita elevate sono quanto di più distante possa esistere da una batteria vera, distruggono le dinamiche, rendono i ritmi inascoltabili e incomprensibili… ergo, in De Constantia Sapientis c’è la batteria programmata e questo mi rompe gli zebedei in un modo assurdo. Punto numero due: non sopporto le produzioni che non sono ne carne e ne pesce, nel senso che o uno fa una produzione alla Transilvanian Hunger o fa una produzione in studio come si deve... ergo la produzione di De Costantia Sapientis non mi piace per nulla... manca proprio di mixaggio. Ecco, queste due premesse mi avrebbero spinto a stroncare una band alla sua prima uscita ufficiale, ma siccome stiamo parlando di un’autoproduzione, metterò da parte l’estetica dei suoni e mi concentrerò sulla sostanza, che per fortuna c’è, eccome. Infatti Augusto in queste 10 tracce è riuscito a tirar fuori un ottimo symphonic black metal epico al punto giusto e mai deleterio e stuffevole. Non si sprecano neanche le parti più puramente atmosferiche, dove esce fuori la maestria di Augusto con tastiere e chitarre (che suppongo essere i suoi strumenti principali). A sopperire alle purtroppo non eccelse parti vocali (non è neanche la voce in sé per sé, quanto piuttosto le riprese e il mixaggio delle voci che non sono venute proprio bene) c’è l’ottimo concept ispirato all’opera di Seneca che riesce sul serio a “risvegliare la coscienza sovra-umana e la saggezza”. Attenzione però, devo puntualizzare che i testi e la musicalità delle vocals sono perfettamente incastrate e adattate alla musica (cosa non proprio scontata quando si canta in italiano). Detto in soldoni, questo disco, ri-registrato in studio con un batterista vero e una maggiore cura nelle vocals, si configurerebbe come una pietra miliare della musica oscura italiana. In bocca al lupo ai Saturnia Tellus!
Voto: 7/10
Simone Laviola

Contact
www.facebook.com/pages/Saturnia-Tellus/239196789579174
saturniatellus.bandcamp.com
soundcloud.com/satvrnia-tellvs
<<< indietro


   
Buffalo Grillz
"Martin Burger King"
Monnalisa
"In Principio"
Overkhaos
"Beware Of Truth"
Antonio Giorgio
"Golden Metal - The Quest For The Inner Glory"
Avatarium
"Hurricanes And Halos"
Ecnephias
"The Sad Wonder of the Sun"
Antipathic
"Autonomous Mechanical Extermination"
Aurelio Follieri
"Overnight"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild