Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Sacrilege (UK)
:: Sacrilege (UK) - Reaping the Demo(n)s - (Xtreem Music – 2010)
Mastodontica raccolta di demos, outtakes, live e quant’altro partorito fuori dalla discografia ufficiale di Lynda Simpson e soci. I due cd di “Reaping the Demo(n)s” rappresentano un prezioso documento per gli aficionados dei Sacrilege e del thrash metal in generale. Chi pensa che l’Inghilterra pre-Cradle of Filth sia stata un avamposto del barocco pressoché immune dall’invasione del suono statunitense dovrà pur ricredersi, un giorno o l’altro. Primo, perché è la patria del punk. Primordiale, è vero, ma è pur sempre lì che tutto ha avuto inizio. Secondo, perché Napalm Death e Sabbat sono lì a testimoniare, nei loro solchi, che la cattiveria passa anche sotto il vessillo della Union Jack. E terzo, perché nel cuore delle Midlands britanniche sorgeva a metà degli anni ’80 una band che definire seminale è alquanto riduttivo. I Sacrilege sono per il Regno Unito ciò che i Suicidal Tendencies sono per gli Stati Uniti: la quintessenza del crossover. Thrash metal suonato nel più puro spirito hardcore, con una serie di stop and go che farebbero la felicità di qualunque thrasher che abbia deciso di allargare i suoi orizzonti e indossare una T-shirt dei DRI accanto alle felpe degli Slayer. In più, c’è la voce di Lynda “Tam” Simpson, che per quanto possa apparire antiquata al giorno d’oggi, vomita liriche fortemente improntate alla critica e alla denuncia sociale nel più puro stile dei suoi colleghi urlatori maschi d’oltreoceano – e perché no, anche al di qua delle Alpi. Una carriera breve ma intensa, dal 1984 ai primi anni ’90, e costellata di demos, alcuni dei quali usciti anche dopo la pubblicazione nel 1985 del loro primo album ufficiale “Behind the Realms of Madness”. Gli estratti più commoventi sono appunto quelli dei primi demo, come “Dig your own grave”, il cui rifferama non sfigurerebbe affatto in un disco dei Raw Power, e “Blind acceptance”, antesignana del crust al femminile. Il secondo cd comprende un concerto a Leeds del 1986 e una studio session del 1987, ovviamente registrati ben al di sotto degli standard qualitativi odierni, ma è proprio qui che “lo spirito continua”!
Voto: 8/10
Francesco Faniello

Contact
www.myspace.com/uksacrilege
<<< indietro


   
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild