Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Rossometile
:: Rossometile - Alchemica - (Autoprodotto - 2015)
Tornano su queste pagine virtuali i salernitani Rossometile, e lo fanno con un quarto album che segna un importante avvicendamento al microfono, nonché una decisa virata dal punto di vista del genere proposto. “Alchemica” è un lavoro dalle tinte gothic con un forte appeal pop e – perché no – radio-friendly, una caratteristica a cui la band ha sempre guardato e che anche qui viene bilanciata dalle tensioni prog della sezione strumentale, evidentemente memore di un passato non del tutto lasciato alle spalle. Eh sì, perché in base a quanto ho potuto leggere e ascoltare, i Rossometile sono infatti nati come prog metallers per poi accogliere in line-up la singer Marialisa Pergolesi e virare leggermente verso le atmosfere goticheggianti del nuovo album, dall’impatto sicuramente più diretto. Il compendio della nuova direzione del quartetto campano è tutto nell’opener “Amore Nero”, che si apre con un roccioso riff power/prog per poi lasciare spazio ad una strofa guidata dal synth e dal 4/4 di batteria, due elementi che riportano l’orologio direttamente agli anni ‘80. Lo stesso fanno i cori presenti nel ritornello, creando un interessante contrasto con le partiture di chitarra (queste ultime sì, indiscutibilmente metal). Le prime tracce scorrono agevolmente, facendo registrare atmosfere epiche su “La Fenice” e ravvivando i fasti degli Evanescence sulla successiva “Il lato oscuro (The Other Side)”, una track la cui struttura non avrebbe affatto sfigurato sul debut album degli americani; probabilmente il neo di questa release è la durata (ben sedici tracce per sessanta minuti), un fattore che rischia di disperdere l’ottimo potenziale dispiegato qua e là – per la verità, soprattutto nella prima parte del disco. di qui la presenza di inevitabili filler (“Ripetizione” ne è uno) nonché di momenti di stanca (“Candore”, con il suo refrain/nenia un po’ prevedibile… non proprio il loro momento migliore, insomma) che portano a disperdere l’attenzione su quella che potrebbe essere una delle colonne portanti della struttura del disco, quella “Viaggio Astrale” il cui titolo faceva forse pensare ad una maggiore sperimentazione in fase compositiva, ma il cui 4/4 lascia emergere bene sia il lavoro di lead guitar che la semplicità della linea vocale, una caratteristica condivisa con “Pandora”. Gli arrangiamenti fanno la loro parte e segnano indelebilmente “Alchemica” come un importante tassello di crescita per i Rossometile: è il caso di “Terrenica”, già title track di un precedente disco della band, qui resa più corposa, non tanto per la linea vocale rinnovata ma ancora irrimediabilmente pop (sin troppo per i miei gusti) quanto piuttosto del tappeto musicale, qui più molto convincente e “deciso” rispetto all’originale. La passione per le atmosfere anni ‘80 emerge con forza nel sound e nelle atmosfere di “Le ali del falco”, abbracciando persino “Nel solstizio di inverno” e la sua citazione di “The Phantom Of The Opera” di Lloyd Webber, un vero e proprio must del genere. In definitiva, per via del contrasto tra la proposta goth, il retaggio prog e la durata delle singole tracce (decisamente contenuta e volta alla “forma canzone”) mi sentirei di ascrivere la proposta al multiforme universo del rock, piuttosto che incamerarla nelle segrete stanze del metallo, dalle quali rifugge per una serie di motivazioni che non scalfiscono tuttavia le già citate potenzialità del sound dei Rossometile. A voi l’ascolto, ora…
Voto: 7/10
Francesco Faniello

Contact
www.rossometile.it
www.facebook.com/rossometile-36845238651
:: Rossometile - Terrenica - (Autoprodotto – 2008 )
Devo ammettere che ho un debole verso il rock italiano, verso l\'assoluta affermazione della nostra lingua musicale, del nostro carattere e della nostra rabbia che si trasmettono in quel grove malinconico ed incazzato al tempo stesso. Malgrado questa premessa devo dire che la seconda fatica dei RossoMetile, “Terrenica”, non mi ha, ahimè, colpito. E\' necessario mettere in evidenza che l\'album ha due certezze assolute: le chitarre di Rosario Reina (semplicemente notevoli) e la voce di Angela Grassi, sognante e ben curata. Decisamente un po\' pochino per rendere appetibile un full-length. Cos\'è che non va invece in questo album che propone un pop/rock dalle venature progressive? Devo dire che ci sono varie cose che non mi hanno impressionato, in primis gli arrangiamenti che non riescono a rendere il pathos che i pezzi dei RossoMetile agognano ( e qui colgo occasione per dire che il songwriting non è male), in secondis (maccheronicamente parlando), la sezione ritmica non riesce a sostenere la tessitura dei pezzi. In terzis (giusto per far inorridire la mia prof di latino) le tastiere hanno un suono superato e non sempre adatto al mood del pezzo. Ci sono due pezzi che mi hanno colpito molto: la lunga suite divisa in due parti “La grande Piramide” e la strumentale“L\'Uomo Della Preistoria”, che mettono in evidenza il lato più progressivo del gruppo. Nella sua completezza, “Terrenica” scorre via senza palpiti e senza sussulti, oserei dire senza anima.
Voto:5/10
R. Doronzo

Contacts:
www.rossometile.it
:: Rossometile - Terrenica - (My Kingdom Music – 2009 )
A qualche mese d\'uscita dall\'autoprodotto “Terrenica”, i RossoMetile si lanciano in una nuova edizione del medesimo album, rivedendo e rinfrescando gli arrangiamenti del loro pop progressivo, sotto l\'ala protettrice della My Kingdom Music, senza aggiungere nulla di particolarmente innovativo che possa far gridare al miracolo. Appena più convincente la sezione ritmica rispetto alla versione autoprodotta, segno che la band ha deciso di curare maggiormente i suoi brani. Ottimo il lavoro di chitarre e la voce di Angela Grassi. Non sempre all\'altezza le tastiere, che in alcuni brani, come “L\'inizio Di Una Catastrofe cadono in un sound troppo eighties, decisamente superato.
Null\'altro da aggiungere, che non sia già stato detto per l\'edizione precedente.
Voto: S.V.
R. Doronzo

Contacts:
www.rossometile.it
:: Rossometile - Ultimaria - (Autoprodotto - 2004)
Particolari e abbastanza vari questi salernitani Rossometile. E’ abbastanza difficile stabilire il loro sound, risultante di una fusione molto attenta di tradizione rock italiana con ritmi e sonorità non decisamente metal ma in alcuni punti vicini a strizzate d’occhio stoner e pop.
La band da dimostrazione di essere dotata di una buona tecnica ma soprattutto di un gran gusto, sia nelle parti più melodiche che in quelle un po’ più tirate. Dopotutto la band è attiva da dieci anni e in dieci anni si comincia a sentire in una band, di qualsiasi tiratura stilistica, un marchio proprio ed una propria identità, almeno in linea di massima. Come prima prova da professionisti in studio non c’è male: la qualità della registrazione rende giustizia alle melodie e agli intrecci sonori, particolarmente accattivanti. Interessante è anche notare come sia disciplinato l’uso dei samplers e dei vari campionamenti, concepiti in modo tale da non cozzare con la musica “suonata”, rendendo il tutto omogeneo e diretto.
Un bel trio con un sound interessante. Vi è solo una piccola pecca nel brano “Ripetizione”, dove, nella parte iniziale di chitarra classica, sono presenti delle piccole dissonanze un po’ fastidiose, che però non compromettono l’andamento del brano.

MURNAU

Contact
www.rossometile.it
rossometile04@libero.it
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild