Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Rootwater
:: Rootwater - Visionism - (Mystic Production – 2010)
Le note promozionali di Visionism, quarto lp dei polacchi Rootwater, presentano il gruppo come: “la risposta polacca a System Of A Down!”. Per tutta una serie di motivi non me la sento di avallare questa definizione. Soprattutto perché i Rootwater sono polacchi e non armeni (ok, i SOAD anagraficamente sono americani, ma culturalmente risentono delle proprie origini). Questa distinzione potrà sembrare banale, ma non lo è: nella musica dei SOAD la musica armena è la chiave dell’originalità. Altre band prima di loro avevano fuso più generi, ma nessuno aveva il fascino esotico degli autori di Toxicity. Proprio per questo, pur ritrovando nei polacchi delle soluzioni simili a quelle adottate dal gruppo americano, non me la sento di porre sullo stesso piano le due band. Alla fine i Rootwater mi hanno ricordato più alcuni gruppi di fine anni ottanta inizio novanta, Scatterbrain, Faith No More o Living Colours. Quei gruppi, che all’epoca, venivano etichettati come crossover. Attribuita alla band quella che secondo me è l’esatta collocazione stilistica, passiamo alla biografia. Il gruppo nasce nel 2002 e, come spesso accade in Polonia, vede coinvolti personaggi già attivi in altre band: il bassista Heinrich nei Vesania e il cantante Taff nei Black River. Nelle 13 tracce più una bonus track (“Haydamaka”) si spazia nei diversi ambiti del metal, tanto da ascoltare l’influenza ora di un gruppo ora di un altro. Certo la componente folk non manca, soprattutto nelle linee vocali, e si rifà a una certa musica popolare dell’est-centro Europa. Il lavoro non sempre è omogeneo. Avendo la band già 4 lavori alle spalle più un Ep, ti aspetti di trovarti innanzi a un gruppo che abbia già le idee chiare. Ma alla luce di Visionism, questo non è possibile affermarlo. La band dovrebbe più concentrarsi sulla forma canzone che non sulla voglia di stupire.
Voto: 5,5/10
g.f.cassatella

Contact
www.myspace.com/rootwater
www.mystic.pl
<<< indietro


   
Banana Mayor
"Primary Colors Part I: The Red"
Deflore
"Epicentre"
Where The Sun Comes Down
"Welcome"
Lo Fat Orchestra
"Neon Lights"
Eyelids
"Endless Oblivion"
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild