Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Red Lamb
:: Red Lamb - Red Lamb - (MIG Music - 2012)
Cosa accade se due personaggi storici del thrash metal uniscono le proprie forze per una giusta causa? Beh, è una domanda dalla risposta non certo univoca, ma tra le tante possibilità ci sono i Red Lamb e il loro omonimo debut album. Tutto nasce dalla mente di Dan Spitz, un nome noto a tutti i veri thrashers per essere stato lo storico chitarrista solista degli Anthrax. Il buon Spitz, ritiratosi tempo fa dalle scene, decide di tornare per supportare la causa di “Autism Speaks”, organizzazione di raccolta fondi per la ricerca sull’autismo, appunto. Bene, la faccenda è maledettamente seria, considerando che la ricerca è attualmente ben lungi dall’aver trovato una soluzione a questa terribile sindrome. Fatte le doverose premesse, resta da presentarvi l’altra mente dietro il progetto Red Lamb: si tratta nientepopodimeno che di Dave Mustaine, qui in veste ufficiale di produttore e coautore di tutti i testi. Le cui tematiche, come era facilmente intuibile, sono incentrate sulla cosiddetta Sindrome di Kanner, e sulle problematiche che una famiglia con due figli gemelli autistici (nello specifico, quella di Spitz e sua moglie Candi) deve affrontare in un mondo che non ha ancora preso piena coscienza della gravità e dell’incidenza della malattia descritta. A supporto di musica e testi (peraltro presenti integralmente sul sito della band) vi sono anche un paio di videoclips (“The Cage” e “Puzzle Box”), dal sapore fortemente impegnato e di denuncia.
Ora, passiamo alla nuda cronaca sul genere proposto e sulla qualità delle dodici tracce presenti sull’omonimo album del progetto. Il giudizio si presenta altalenante, complice forse l’eccessiva durata di quello che si presenta come un vero e proprio concept, e che comunque si può descrivere come una perfetta via di mezzo tra Anthrax e Megadeth, periodo fine ’80/inizio ’90 per i primi, periodo metà ’90 per i secondi. Insomma, un vero e proprio anello mancante tra “Persistence of Time” e “Cryptic Writings”? Non esageriamo: i più attenti tra voi ricorderanno che Spitz non è stato esattamente il principale compositore del periodo d’oro degli Anthrax, se cogliete la mia sottile allusione, anche se qualcosa da zio Scott Ian l’avrà pur imparata, nel corso degli anni. Piuttosto, sono gli assoli di chitarra a procurare nell’ascoltatore un piacevole (per quanto mi riguarda) deja-vù di quanto ascoltato nei dischi della band madre, con particolare riferimento alla memorabile performance di “Sound of White Noise”, canto del cigno di Dan Spitz. Per quanto riguarda l’influenza Megadeth, il discorso si fa complesso. Ho prima citato Mustaine come produttore e coautore, ma questo è quello c’è scritto nelle note biografiche, non tra i solchi di “Red Lamb”: piuttosto, direi che il fulvocrinito cantante/chitarrista vada qui investito dell’appellativo di direttore artistico, poiché sfido chiunque a non accorgersi dell’estrema somiglianza tra il fantomatico singer della band Don Chaffin e il buon MegaDave! A parte che in rete non ho trovato alcun accenno alla precedente attività di Chaffin, serpeggia nella mia mente l’idea che lo stesso Mustaine abbia fornito le parti vocali, salvo poi farsi da parte per motivi di immagine e copyright. Teorie complottistiche a parte, è certo che l’influenza del Lider Maximo sulle linee vocali sia stata pesantissima, a livello di dettare una linea di condotta o di partecipare perlomeno al processo compositivo vero e proprio: Don Chaffin ringhia a denti stretti, tocca di frequente tonalità stridule e acide, e non lesina spunti melodici che – per la verità – non lo vedono propriamente a suo agio.
In realtà, la melodia è un po’ il tallone di Achille dei Red Lamb, esattamente come lo è per i Megadeth degli ultimi lavori: è il caso di “Warpaint”, inusuale ma priva di efficacia, e di “Don’t threaten to love me”, molto descrittiva ma dalla carica spompata (e sin troppo ridondante nella sua pedissequa imitazione dello stile del Nostro). D’altro canto, non mancano buoni spunti: è il caso della massiccia opener “The Cage”, di “Standby Passenger”, che cita “SSC/Stand or Fall” nei licks di chitarra, degli stacchi moderni di “One Shell (in the Chamber)”, e di “Keep pushing me”, che finalmente richiama i Megadeth anche dal punto di vista musicale, con discreti risultati. Per il resto, il singolo “Puzzle box” è l’esempio perfetto del connubio proposto, nel bene e nel male: inizio con doppia cassa e voce a mitraglietta in stile “Blackmail the Universe”, evoluzione con cori e riffing stoppato di matrice Anthrax, e cantato rappeggiante che ricorda i fasti di “I’m the Man”. In sostanza, iniziativa lodevolissima che darà sicuramente un bel po’ di visibilità all’argomento, e di ciò non si può che esser lieti. Per quanto concerne l’ascolto in sé, se siete nostalgici dei due periodi di Anthrax e Megadeth da me citati in precedenza, accomodatevi pure: come già detto, al progetto non mancano buoni spunti, e vorrei anche ben dire, data l’esperienza in questo campo dei due “ispiratori”. Per parte mia, se non vedo Don Chaffin dal vivo, non ci credo che non sia doppiato da Mustaine!
Voto: 6,5/10
Francesco Faniello

Contact:
www.redlambofficial.com
www.facebook.com/redlamb
<<< indietro


   
Rainbow Bridge
"Dirty Sunday"
The C. Zek Band
"Set You Free"
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild