Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Rammstein
:: Rammstein - Rosenrot - (Universal music - 2005)
Sono tornati con il loro inconfondibile stile, sin dalle prime note di “Benzin”, brano potentissimo. D’altronde già visionato quest’ultimo come primo singolo e video, non poteva far deludere le aspettative, rinforzate dalle altre tracce presenti. Il ritornello di “Mann Gegen Mann”, scandisce una cadenzata potenza, creata attraverso partiture di forte impatto, non abbandonate di certo nella titletrack, (con il testo influenzato da una fiaba di Hoffmann) che accresce la vena puramente industrial della band. “Spring” si insinua nella mente come leggera e malinconica sonata, accarezzata dal piano e picchiata dalle chitarre (abbastanza vicina alla successiva “Wo Bist Do)”. Un connubio fantastico accentuato da un testo profondo che non lascia scampo: questo il loro stile riassunto in poche parole. “Stirb Nicht Yor Mir\\Don’t Die Before I Do” rappresenta la ballad di Rosenrot, dalle tinteggiature delicate, accompagnate da accordi classici per gli strumenti e una special guest, Sharleen Spiteri dei Texas, che accarezza ogni singola nota. Quasi in contrapposizione musicale si presenta “Zerstoren”, un revival delle vecchie sonorità della band, forti e ossessive, seguita da “Hilf Mir”, brano con partiture elettriche e ripartenze inaspettate. La sorpresa arriva adesso. Brano 9, “Te Quiero Puta!”. Canzone spagnoleggiante con arrangiamenti alla Rammstein cantata in spagnolo!!!! Svegliatevi, non state sognando!!! Un pezzo splendido con tanto di coriste latine!! Chiudono l’album “Feuer und Wasser” e “Ein Lied”, entrambe con testi fuori dalle righe ma soprattutto l’ultima, che cala il sipario con un brano sussurrato: […Noi siamo nati per la musica; noi siamo i servitori delle vostre orecchie…].

Ignis fatuus

Contatti:
www.rammstein.de
www.rammstein.com
:: Rammstein - Volkerball - (Universal music - 2006)
L\'ultimo prodotto dei Rammstein che da Herzeleid (album di debutto), ne hanno fatta di strada e soprattutto di successo.
La loro formazione attuale è quella degli inizi che vede protagonisti:

Till alla voce
Richard alla chitarra
Paul alla chitarra
Oliver al basso
Christoph alla batteria
e \"Doktor\" Christian \"Flake\" Lorenz alle tastiere.

Questo nuovo prodotto contiene un dvd con un lungo live in Francia, nell\'Arena di Nimes e i brani:

Reise reise
Link 234
Keine lust
Asche zu asche
Morgenstern
Mein teil
Stein un stein
Los
Du riechst so gut
Benzin
Du hast
America
Rammstein
Sonne
Ich will
Ohne dich
Stripped (cover dei Depeche Mode)

Poi abbiamo qualche brano tratto dal live di Londra nel 2005 alla Brixton Accademy,lo stesso vale per il live a Tokyo sempre nel 2005 al Club Citta, e del live a Mosca precisamente allo Sport Complex Olympisky nel 2004 solo qualche scena del concerto accompagnata ad immagini dei Rammstein con alcuni dei loro fan intenti a strappare un autografo.
Ma analizziamo il risultato finale:
Il live in Francia è quello dalla durata maggiore.
L\'Arena Romana di Nimes è una scenografia di tutto rispetto, come lo spettacolo che ha ospitato.
La cosa che rapisce assolutamente di questi 6 cibernetici musicisti è la padronanza del palcoscenico, dei veri animali sul palco, certo aiutati da tutti quei marchingegni diabolici che fanno dello spettacolo un vero momento di ipnosi generale.
Molto difficile staccare gli occhi dalle immagini che si presentano sullo schermo guardando questo dvd.
Il concerto si apre con Reise reise, il palco è illuminatissimo da luci a strobo, la scenografia degna dell\'aggettivo Post-moderna, tecnologica, presenta una porta al centro che si apre e si chiude ed è proprio da quella porta che Till(voce della band) fa le sue entrate spettacolari.
Pedane che si alzano e poi scendono, per non parlare della figura di Flake(tastierista) che viene malmenato e maltrattato da Till!
La voce risulta spesso poco intonata, a tratti presenta linee melodiche assolutamente innovative per quello che riguarda il sound e la scelta musicale di questi artisti che nel penultimo album hanno ricevuto critiche di troppa commercializzazione.
Gli effetti e i suoni sono ultracurati e perfetti, quasi fossero stati ritoccati nel montaggio del dvd live(infatti il cd audio presenta l\'intero live di Nimes senza alcuna differenza).Per non parlare delle riprese ultracurate come i suoni del concerto, con vedute dell\'Arena, del pubblico e dei musicisti strabilianti.
La musica è comunque potente, graffiante, cattiva e a tratti inquietante, degna dei Rammstein.
Nel brano Link 234, il pubblico risponde eccitato alle grida di Till, il pubblico è assolutamente rapito dalla sua immagine e, come dicevo prima, dalla sua padronanza del palcoscenico.
Le loro atrezzature sul palco, rapiscono gli occhi dei ragazzi impazziti. In \"Asche zu Asche\" i musicisti hanno delle apparecchiature davanti al viso che sembrano essere museruole per cani sparano lingue di fuoco per molti metri, le aste dei microfoni bruciano in egual modo inquietando il pubblico.
Nel brano \"Morgenstern\" lungo il perimetro del piano superiore dove si trova il batterista della band, si alzano lingue di fuoco, cosi scenografiche che per un attimo sembra di stare negli inferi, nella tana del demonio.
Il pezzo forte è sinceramente \"Mein Teil\", che secondo me racchiude tutto il senso del penultimo lavoro dei Rammstein e della gamma cromatica dei loro strumenti. Till diventa un cuoco che spara fiamme ad un pentolone dove dentro si trova Flake. La scena diverte il pubblico ed è la chiave di lettura del rapporto comico se si può definire anche ambiguo tra Flake e Till, per non parlare di quest\'ultimo che incastonato nel microfono ha una lama di coltello che struscia sulle sue parti intime!!!dei veri provocatori!
\"Los\" sorprende per la sua pseudo-versione \"acustica\", dove vediamo il chitarrista alle prese di una chitarra acustica e Till ad una fisarmonica.
In \"Du riechst so gut\" gli stessi ritmi musicali, lo stesso industrial, le luci seguono le donamiche dei brani ad un livello straordinario, Till questa volta armato di arco ruotando, spara scintille, quasi disegnando un cerchio di fuoco nell\'aria.
\"America\", molto più melodico, con un ritornello che in maniera molto semplice entra nelle teste di chi lo ascolta per non andarsene più, ha secondo me un sound un pò diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere dei Rammstein. Il brano si conclude con uno sparo di coriandoli con i colori della bandiera francese prendendo spunto da quei coriandoli che vengono lanciati durante la vittoria di un presidente americano dopo le elezioni, ancora una volta Rammstein provocatori!
Ma l\'immagine più bella che si presenta, secondo il mio parere , del live di Nimes, è quella di Till che con un marchingegno lungo le braccia, che lo fa sembrare un androgino, entra sul palcoscenico con una camminata robotica e intona il brano \"Rammstein\" alzando le braccia e soprattutto sparando lingue di fuoco potentissime, il brano è assolutamente caratteristico dei Rammstein e dal vivo ha una risposta del pubblico sorprendente, sarà per le chitarre cosi cattive....
Il live si conclude con \"Stripped\" la famosa cover dei Depeche Mode, che i Rammstein riprendono con la giusta carica e i giusti suoni del loro industrial.
Alla Brixton Accademy di Londra i brani scelti per il Dvd sono:
\"Sonne\", \"Rein raus\", \"Ohne dich\", \"Fever frei\", il sound, la scenografia,il pubblico scatenato, sono la costante di questo dvd e soprattutto dei live dei Rammstein.

Lo stesso vale per il live a Tokyo e i brani:\"Mein Teil\", \"Du hast\", \"Los\".
Tutti e tre i brani con le stesse scenografie e costumi, e marchingegni sputafiamme, l\'unica variante è durante il brano \"Los\" dove troviamo montati degli spezzoni di inquadrature ai fan, e da qui ne viene fuori che il pubblico giapponese è in completo delirio, urlando e cantando insieme a Till, e delirando ad ogni sua mossa goliardica.
L\'ultimo è il live di Mosca allo Sport Complex Olympisky, del 2004, in cui si vedono solo spezzoni dei Rammstein con i fan che cercano(alcuni piangendo!)di chiedere e poter avere un autografo dai loro beniamini! A queste scene ne sono alternate altre (anche se poche) in cui si vede non solo la band dal vivo, ma accompagnati sul palco da tre strane coriste, e le loro superminigonne ultralucide!

Il cd Audio è solo l\'ascolto del dvd live di Nimes in Francia, quindi ancora suoni curatissimi, degni del loro industrial, da pezzi come \"Du hast\" del 1997, ad \"America\" del 2004.
L\'elemento caratterizzante è comunque, la voce cupa(anche se a tratti percorre linee melodiche di cattivo gusto), le chitarre spesso pesanti, accattivanti, insomma la musica di questi sei musicisti tedeschi, ascoltando questo live che come ho detto prima racchiude un pò la loro carriera, è comunque ben curata nei suoni e negli effetti e denota anche una crescita dal punto di vista musicale.

MaryStarr
<<< indietro


   
Le Jardin Des Bruits
"Assoluzione"
Fragore
"Asylum"
Dark Ages
"A Closer Look"
Ananda Mida
"Anodnatius"
Ars Divina
"Atto Primo"
Time Lurker
"Time Lurker"
Anno Senza Estate
"MMXVII"
Face Down Hero
"False Evidence Appearing Real"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild