Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - - Ă - '





Reviews - Rain (Italia)
:: Rain (Italia) - Bigditch 4707 - (Autoprodotto)
Sporco, rozzo, fottuto heavy rock, ai confini con lo street metal !
Fanculo ai ragazzini modaioli, mette su i Rain e muovete quella cazzo di testa, come si faceva ai vecchi tempi , quando la musica era energia, divertimento, casino, e se vi sollazzate il gargarozza con una buone cassa di bionda... questi Rain vi sembreranno la soundtrack ideale che vi trascinerà in un clima che più \'80 non si può.
Ehi guys: c\'è tanta sincerità e passione nella vostra musica. Ad Alessio \"Tronco\" voglio consigliare di arrichire di più la voce così sarà ancora più Wild..
Per me questa band ha superato l\'esame a pieni voti. Il brano migliore è \"Still Alive\" quella che mi ha fatto schizzare di più di tutte.
Ottima l\'idea dei nomerosi \"guest musicians\" che fanno pensare ai Rain come una famiglia che come una band.

Contatti:
rain.storm@tin.it
http://stage.vitaminic.it/rain3
:: Rain (Italia) - Headshaker - (Autoprodotto)
Ho avuto il piacere di ascoltare e recensire \"Bigditch 4707\", il lavoro che ha preceduto quest\'ultimo Headshaker che sarà disponibile nel vostro negozio di fiducia solo dal 21 luglio 2003, specificando che il cd è sul catalogo Self.
Che dire, come il precedente, anche questa ultima fatica mi ha molto coinvolto facendomi riassaporare emozioni che ai giorni d\'oggi difficilmente si riescono a reperire in maniera così naturale, parliamo di una band che è attiva sin dai primissimi anni \'80 e che in molti conoscimo.
E proprio gli anni sopra citati la fanno da padrone facendoci fare un tuffo nel passato con sonorità heavy metal / hard rock a tratti power metal.
44 minuti per 11 tracce supportate da un\'ottima registrazione che riesce a far rendere al meglio tutti il feeling della band prese in tutti i brani.
Unico punto debole, come dicevo anche nella scorsa recensione, è la voce, buona ma migliorabile.
Il lavoro si apre con la title track, energica, rotonda e compatta per poi passare a Rocker Ram, anch\'essa compatta nei suoi riff in classico stile NWOBHM e impreziosita da coinvolgenti e grazzi cori che subito rimarranno impressi nella vostra testa.
Ancora heavy con grandi influenze power per il terzo brano, Wings, dove la voce da il meglio di se, accompagnata da metalliche ritmiche, e da una possente batteria.
Segue un suono di pioggia e vento che apre uno dei migliori brani del disco, Face the Blizzard, epic-hardrock, un basso corposo supportato da chitarre in assetto da cavalcata e cori tipicamente epic, tutto ciò mai solito e banale, cosa cha capita spesso in questi ultimi anni.
I tutto si chiude con un epicissimo finale che apre la strada ad ancora più epiche urla che daranno vita alla quinta traccia e seconda hits, parliamo di Viking, e già il titolo è tutto un programma, che riesce e creare atmosfere inverosimili, a tratti in stile Manowar, chitarre paragonabili al cadenzato movimennto del \"drakkar\" pronto alla battaglia seguito dalla sesta traccia, coinvolgente, a tratti divertente, in vago stile Maiden, stiamo parlando Blood sport, e qui il singer da un\'altra conferma di se, le doti ci sono anche se migliorabili. Un ottimo e gradevole heavy metal che non stanca mai.
Cominciamo a divertirci sempre più con Yellow putrefection, anche questo titolo è tutto un programma, specialmente se diciamo che il simpaticcissimo brano è in classico stile rock\' n\' roll, accompagnato da in immancabile coretto e da un trascinantissimo assolo.
Energy, ed è proprio tanta energia heavy quella proposta nel brano cha segue, anche se nulla di eccezionale.
E passiamo alla nona traccia, Only You Dreams, dove sono intuibili alcuni delle piccole imperfezioni del singer, il brano si apre con un piccolo solo di voce che mette in risalto la non perfetta pronuncia inglese del nostro singer, in alcuni momenti sembra troppo italiano.
Penultimo brano è Serial Killer, nulla di eccezionale quasi come Energy.
Only for the Rain Crew è il brano che chiude questo piccolo capolavoro heavy metal misto a NWOBHM , hardrock e power, quasi un inno alla loro bravura e determinazione.
Consigliatissimo a tutti gli amanti dell\' heavy, power, epic, hardrock e anche a tutti quei cattivoni black metallers, veramente grandi!!!!

Contact
rain.info@raincrew.com
www.raincrew.com
<<< indietro


   
Disequazione
"Progressiva Desolazione Urbana"
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild