Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Queens of the stone age
:: Queens of the stone age - Era Vulgaris - (Interscope records - 2007)
Giuro che se non mi avessero detto che erano i Queens of the Stone Age io non c\\\'avrei creduto.
Evidentemente sono io ad avere qualche problema, evidentemente anche l\\\'imponente Josh Homme deve avere qualche problema, con molta probabilità qualche problema lo abbiamo entrambi.
Arrivo subito al perchè.
Io da bravo rockettaro da inizi anni 90, cresciuto con le volute contaminazioni sonore di questi ultimi decenni, non riesco a catalogare bene quest\\\'ultimo \\\"Era Vulgaris\\\" e questo mi fa imbestialire. Un bene? Un male? Come spesso accade nella scena rock americana di quest\\\'ultimi anni, tutti sembrano partire per fare una cosa per poi ritrovarsi di botto a voler fare tutt\\\'altro, possibilmente inserendoci inserti musicali presi da altre parti.
Ed è qui che arriva il problema di J. Homme.
Aver portato il \\\"suo\\\" gruppo al quinto album in studio dopo averlo spolverato del deserto dei Kyuss, dopo aver levato le influenze fintopop-grunge degli Screaming Trees del suo amico Mark Leanegan, e dopo aver levato dal gruppo quella monecola malata che era Nick Olivieri.
I nuovi QOTSA sembrano il nostro Parmigiano copiato e venduto all\\\'estero ma totalmente differente a quello originale. Il nome del gruppo rimane sempre un\\\'attrattiva per gli amanti di vecchia data, ma alla fine tenterà a spiazzarli ulteriormente visto che quest\\\'album è praticamente la continuazione \\\"stilistica\\\" del gruppo. Un \\\"Lullabies to Paralyzed\\\"
riveduto e corretto,
dove forse per assurdo si cerca ancora meno di strizzare l\\\'occhio al variegato mondo del Mainstream musicale.
Questo \\\"Era Vulgaris\\\", su cui preferisco stendere un velo pietoso sulla scadente copertina, ha un pò di tutto dentro di se. Un groove NOISE in \\\"Turning on the screw\\\" e in \\\"Misfits love\\\", qualche amabile flusso NEW WAVE alla Interpool in \\\"Suture up your future\\\" e in \\\"River in the road\\\", un pò CLASSIC ROCK USA in \\\"Make it wit chu\\\", inseriteci qualche cantato alla BRIT-POP di quello meno conosciuto con un pò di chitarre distorte dei bei tempi, producete un\\\'altro singolo da rotazione radio come \\\"3\\\'s & 7\\\'s\\\", poi piazzateci due canzoni inutili \\\"Battery Acid\\\" e \\\"Run, pig, run\\\", eventualmente farcitelo con qualche bonus track per le varie uscite continentali (tra cui segnalo \\\"The fun machine tosh a shit & died\\\", frutto della session del precedente album), e fate partecipare Julian Casablancas (The Strokes) e Mark Leanegan solo a tratti giusto per darvi un tono.
Il disco è fatto, bello pronto, lucidato ed impacchettato.
Adesso starebbe agli ascoltatori, al loro punto di vista emozionale e al loro portafoglio.
L\\\'acquisto dell\\\'album in questione potrebbe essere la peggiore decisione di sempre se si volesse far vivere, nella propria mente, il ricordo del \\\"datato\\\" Song for the deaf\\\"
in queste undici nuove canzoni.
Quella luce si è spenta.....
L\\\'acquisto dell\\\'album in questione potrebbe essere la migliore scelta di sempre se ci si volesse creare un proprio spazio sonoro più tranquillo e meditativo rispetto al resto.
Del resto l\\\'album non è malaccio visto sotto nuova luce.....
Adesso starebbe agli ascoltatori, al loro punto di vista emozionale (e al loro portafoglio....) decidere se bocciare o promuovere J. Homme, il nuovo corso del QOTSA e i suoi progetti paralleli perditempo.

Queens of the stone age - \\\"Era Vulgaris\\\" - 2007 J. Homme - voce,chitarra,basso J. Castillo - batteria T. Van Leeuwen - chitarra,basso

- - -

A. Johannes - basso,chitarra
N. Shneider - tastiera,voce

AB
<<< indietro


   
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"
Night Demon
"Darkness Remains"
Au-Dessus
"End of Chapter"
Downcast Twilight
"Under the Wings of the Aquila"
The Match
"Just Burn"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild