Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - PropheXy
:: PropheXy - Enforce Evolve - (Autoprodotto)
Bravissimi musicisti, accompagnano le note di questo lavoro in maniera magistrale, suonando del vero progressive-rock moderno. “Synthowomb” e “Humanicity” sono la dimostrazione di una band che ha voglia di suonare con una piccola correzione alla voce in certe parti filtrata. Difficile eliminare dalla mente band come Dream Theater e King Crimson quando si ascolta Enforce Evolve dove, le geometrie musicali saltano per dare posto a poliedriche melodie: “House” e “Let The Children Come to me” ne sono la conferma. Non disdegnando i tipici canoni metal, i PropheXy elaborano “Terminal sorrow” e “Last Letter” e concludono il tutto con la splendida “Sdrenoid” costruita da cambi di tempo e melodie acustiche. Una nota particolare và alla produzione che valorizza tutto l’album in maniera impeccabile.

Ignis fatuus

Contact
www.prophexy.com
info@prophexy.com
:: PropheXy - Improvviso - (Musea Records - 2013)
“Improvviso” è un disco registrato dal vivo (il 12 marzo 2012) presso il Teatro San Sebastiano di Valli del Pasubio (in provincia di Vicenza), composto da brani inediti e da versioni rivisitate dal precedente “Alconauta”. “Improvviso” inizia con “Tritone” (brano del precedente disco), ed è subito chiara la direzione musicale imboccata dalla band bolognese; eh sì, la band impersona in pieno lo stile del (puro) progressive rock, quello classico, ove la tecnica e la sperimentazione musicale ci regalano interessanti momenti di goduria ed emozioni! I PropheXy concedono brani dalle strutture complicate e suonate in modo impeccabile (per un live); ascoltando le canzoni, sarete trasportati ai mitici anni ‘70, riuscendo a rivivere l’esplosione del genere (anche quello italiano, tanto amato all’estero), grazie anche agli inserimenti di flauti, organi… Io adoro il progressive e la voglia di sperimentare che hanno band come questa: come esempio c’è “Babba”, un esperimento più ‘grezzo’, per alcune parti vocali, specialmente l’inserto di una voce a limite del death metal nelle sonorità prog ‘70 (ascoltare per credere); bello, bello! Per un disco eccezionale, non poteva mancare una partecipazione eccezionale; ladies & gentlemen, sto parlando di mr. Richard Sinclair (storico musicista dei Caravan), che esegue due brani nel disco: “Disassociation” e “Golf Girl” – ove i PropheXy omaggiano proprio la sua band con questi pezzi dell’album “In the Land of Grey and Pink” (1971). Le atmosfere sono atipiche e ben riuscite, e ogni traccia è appassionante; davvero eccellenti le influenze progressive (e in parte fusion); godibili le elaborazioni (in parte cervellotiche) e le sperimentazioni distorte (della già citata “Babba” e di “C’è Vite sulla Luna?”). Le parole per elogiare questo disco live e questa band, ce ne sono e tante, ma… alle parole preferisco i fatti! Non esitate, questo disco è da AVERE.
Voto: 9/10
Giovanni Clemente

Contact
www.prophexy.com
<<< indietro


   
Fire Strike
"Slaves of Fate"
Aliante
"Forme Libere"
Unreal Terror
"The New Chapter"
Vetriolica
"Dichiarazione D’odio"
Stereo Nasty
"Twisting the Blade"
Kal-El
"Astrodoomeda"
Die! Die! Die!
"Charm. Offensive"
I Sileni
"Rubbish"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild