Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - PropheXy
:: PropheXy - Enforce Evolve - (Autoprodotto)
Bravissimi musicisti, accompagnano le note di questo lavoro in maniera magistrale, suonando del vero progressive-rock moderno. “Synthowomb” e “Humanicity” sono la dimostrazione di una band che ha voglia di suonare con una piccola correzione alla voce in certe parti filtrata. Difficile eliminare dalla mente band come Dream Theater e King Crimson quando si ascolta Enforce Evolve dove, le geometrie musicali saltano per dare posto a poliedriche melodie: “House” e “Let The Children Come to me” ne sono la conferma. Non disdegnando i tipici canoni metal, i PropheXy elaborano “Terminal sorrow” e “Last Letter” e concludono il tutto con la splendida “Sdrenoid” costruita da cambi di tempo e melodie acustiche. Una nota particolare và alla produzione che valorizza tutto l’album in maniera impeccabile.

Ignis fatuus

Contact
www.prophexy.com
info@prophexy.com
:: PropheXy - Improvviso - (Musea Records - 2013)
“Improvviso” è un disco registrato dal vivo (il 12 marzo 2012) presso il Teatro San Sebastiano di Valli del Pasubio (in provincia di Vicenza), composto da brani inediti e da versioni rivisitate dal precedente “Alconauta”. “Improvviso” inizia con “Tritone” (brano del precedente disco), ed è subito chiara la direzione musicale imboccata dalla band bolognese; eh sì, la band impersona in pieno lo stile del (puro) progressive rock, quello classico, ove la tecnica e la sperimentazione musicale ci regalano interessanti momenti di goduria ed emozioni! I PropheXy concedono brani dalle strutture complicate e suonate in modo impeccabile (per un live); ascoltando le canzoni, sarete trasportati ai mitici anni ‘70, riuscendo a rivivere l’esplosione del genere (anche quello italiano, tanto amato all’estero), grazie anche agli inserimenti di flauti, organi… Io adoro il progressive e la voglia di sperimentare che hanno band come questa: come esempio c’è “Babba”, un esperimento più ‘grezzo’, per alcune parti vocali, specialmente l’inserto di una voce a limite del death metal nelle sonorità prog ‘70 (ascoltare per credere); bello, bello! Per un disco eccezionale, non poteva mancare una partecipazione eccezionale; ladies & gentlemen, sto parlando di mr. Richard Sinclair (storico musicista dei Caravan), che esegue due brani nel disco: “Disassociation” e “Golf Girl” – ove i PropheXy omaggiano proprio la sua band con questi pezzi dell’album “In the Land of Grey and Pink” (1971). Le atmosfere sono atipiche e ben riuscite, e ogni traccia è appassionante; davvero eccellenti le influenze progressive (e in parte fusion); godibili le elaborazioni (in parte cervellotiche) e le sperimentazioni distorte (della già citata “Babba” e di “C’è Vite sulla Luna?”). Le parole per elogiare questo disco live e questa band, ce ne sono e tante, ma… alle parole preferisco i fatti! Non esitate, questo disco è da AVERE.
Voto: 9/10
Giovanni Clemente

Contact
www.prophexy.com
<<< indietro


   
Buzzøøko
"Giza"
Carnera
"La Notte Della Repubblica"
The Doomsday Kingdom
"The Doomsday Kingdom"
Northway
"Small Things, True Love"
Kill Your Karma
"What Hides Behind The Sun"
L’Ira Del Baccano
"Paradox Hourglass"
Night Demon
"Darkness Remains"
Au-Dessus
"End of Chapter"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild