Raw & Wild - WebMagazine - News - Video - Vinci un CD al mese - Compilation gratuite - Interviste - Recensioni - Date concerti
Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube

Home Recensioni Seciali Live reports Download Contatti

   
   A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z - 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 6 - 7 - . - Í - Æ - '





Reviews - Profezia
:: Profezia - Oracolo suicida - (Moribund Records - 2014)
Non riesco ancora a capire cosa passa nella mente di quelli della Moribund Records quando fanno uscire dischi come questo Oracolo Suicida degli italiani Profezia. Suppongo che la Moribund, data anche l’enorme mole di dischi che fa uscire ogni settimana (totalmente in controtendenza rispetto alla crisi del mercato musicale moderno) proponga appetibili contrattini 50 e 50, che sommati alla scarsa tiratura dei dischetti, risultano estremamente favorevoli per le band. Ma questa è solo una mia personalissima congettura, va a finire che ai boss della Moribund i Profezia piacciono davvero. Basta crederci in fondo! Passiamo al disco. Prima di tutto mi preme sottolineare che ho sentito parodie black-metal su YouTube che in confronto a Oracolo Suicida possono essere definite pietre miliari del genere! Questo disco ha più le sembianze di uno scherzo di pessimo gusto, che di un album di musica. Non è tanto per la musica priva di qualsivoglia idea, scialba e mal composta, con quei violini privi di senso che sbucano qua e là (mi chiedo se una mezza traccia di violino ha fatto davvero credere ai Profezia di poter sopperire alla totale mancanza di qualità dei brani), ma il problema fondamentale è la totale ilarità che procurano i testi cantati in italiano (per sfortuna, si capisce quello che il cantante dice). Come si fa a non ridere sentendo cose tipo: “Il mio nome giace nell’ombra ed è destinato all’oblio” oppure “combatto il mio nemico dal giorno in cui sono nato” e ancora “è triste sognare la serenità, perché ogni mio sogno è un incubo” e via così con frasi che in confronto il diario di Burzum a 15 anni sembra una erudita opera letteraria. Cioè, io capisco che scrivere testi in italiano nel metal (che pagano lo scotto di “capirsi” nelle canzoni) è un’impresa ardua, tuttavia un po’ di buon senso dovrebbe perlomeno far capire quando si cade nel ridicolo. Se proprio i Profezia non volevano studiarsi i versi di Pascoli e Montale per capire come si mette insieme una frase di senso compiuto, potevano perlomeno attingere dagli Spite Extreme Wing... Musicalmente siamo perfettamente nell’ambito della dozzinale produzione black metal registrata con la radiosveglia, senza un riff decente. Che dire... basta così amici! Ci rivediamo alla prossima produzione Moribund Records!
Voto: SV
Simone Laviola

Contact
www.moribundcult.com
<<< indietro


   
Labyrinth
"Architecture Of A God"
Uneven Structure
"La Partition"
Full Leather Jackets
"Forgiveness: Sold Out"
The Sade
"Grave"
The Charm The Fury
"The Sick, Dumb and Happy"
Zora
"Scream Your Hate"
LoboLoto
"Even The Stones Fall"
Divisione Sehnsucht
"Divisione Sehnsucht"

Archivio resensioni >>>




Raw & Wild TV   

This text will be replaced

Archivio video>>>



Interviste
Speciali
Live reports




Raw & Wild on Facebook Raw & Wild on YouTube


RAW & WILD 2000 / 2016 - P. IVA 03312160710
Ogni riproduzione anche parziale è vietata - Info

Powered by RWdesignstudio.net

admin   
Home | Recensioni | Interviste | Speciali | Download | Live reports | Contatti

La tua pubblicità su R&W
Collabora con Raw & Wild